Aborto Testimonianza Pillola Abortiva

Diritto all'aborto

20 Febbraio Feb 2019 1152 20 febbraio 2019

Sepoltura di embrioni dopo un aborto? In Lombardia solo se lo sceglie la donna

Una modifica proposta dal Pd che riconduce alla volontà e alla sensibilità personale di ognuna la decisione di procedere alla tumulazione, senza più imposizioni per legge.

  • ...
Embrioni Sepoltura Aborto Lombardia

Tra gli emendamenti alla riforma dei servizi funerari della Regione Lombardia approvata il 19 febbraio, l'aula del Pirellone ha dato il via libera all'unanimità alla proposta del Pd sulla sepoltura degli embrioni dopo un'interruzione volontaria di gravidanza «esclusivamente su esplicita richiesta della donna o di chi è titolato alla decisione». «Ad oggi la legge prevede la sepoltura», di tutti gli embrioni, «ma questa normativa è abbastanza disattesa. Quindi abbiamo voluto inserire la specifica volontà della donna. Solo su specifica richiesta della donna, quindi, il Comune deve concedere la sepoltura», ha spiegato la consigliera Simona Tironi a margine del voto.

UN MODELLO INNOVATIVO

Noi vogliamo togliere l'obbligo - ha aggiunto Tironi, che si è detta in un post su Facebook orgogliosa che la Lombardia sia l'apripista di un modello innovativo - «lavoreremo in questa direzione, lo spiegheremo meglio nel regolamento» che dovrà essere deliberato dalla giunta ed è previsto «entro l'estate». «Grazie a un emendamento presentato dal gruppo del Partito Democratico, è stato abolito l'obbligo di sepoltura per gli embrioni dopo «le interruzione volontaria di gravidanza», ha rivendicato il Pd. «La precedente norma», hanno spiegato i consiglieri dem in una nota, «imponeva che venisse loro data comunque sepoltura, ma in realtà la normativa era ovunque disattesa. La legge è stata corretta per divenire più coerente con la prassi. Ora si è stabilito che venga data sepoltura agli embrioni solo se richiesto esplicitamente dalla donna. Questa modifica riconduce alla volontà e alla sensibilità personale della donna la decisione di procedere alla tumulazione, senza più imposizioni per legge da parte dell'istituzione».

Il Consiglio regionale ha dato il via libera alla riforma dei servizi funebri e cimiteriali. Da relatrice del documento,...

Geplaatst door Simona Tironi op Dinsdag 19 februari 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso