20 Febbraio Feb 2019 1843 20 febbraio 2019

La settimana in cui il calcio si riscoprì sessista

Wanda Nara sotto attacco e vittima di insulti per il caso Icardi. La madre di Zaniolo umiliata di fronte al figlio. Collovati e le assurde parole contro le donne. Dal pallone arriva ancora una volta il cattivo esempio.

  • ...
Calcio Donne Sessismo Maschilismo

È bastata una settimana a sollevare il velo sul misto di machismo e sessismo di cui il calcio italiano non sembra proprio poter fare a meno. Una settimana nel corso delle quale le cronache del pallone si sono riempite di protagoniste femminili, più o meno consapevoli, messe al centro del proscenio al solo scopo di esser prese di mira da insulti, doppi sensi e risatine. È stata la settimana di Wanda Nara, per la quale si sono sprecati editoriali e interviste ad addetti ai lavori, quasi unanimi nel riconoscere l'errore capitale di lady Icardi: quello di aver violato la sacralità dello spogliatoio, apostrofando in termini poco lusinghieri i compagni del marito. Poco furba, intendiamoci, l'agente del numero 9 nerazzurro, che avrà sì abusato di sovraesposizione mediatica e di eccesso di tweet nella laboriosa trattativa per il rinnovo di Maurito, ma che non si è poi discostata molto dallo spregiudicato modo di fare di tanti altri procuratori, uno su tutti Mino Raiola.

COLLOVATI E QUEGLI STUPIDI LUOGHI COMUNI SULLE DONNE

Non bastassero gli insulti e le volgarità che difficilmene avrebbe ricevuto un altro agente dell'argentino, a prendersi la scena sono state le parole da dimenticare di Fulvio Collovati, protagonista a Quelli che il calcio dell'apoteosi del luogo comune per il quale alle donne è fatto divieto di parlare di calcio, men che meno di tattica. Le due settimane di stop imposte all'opinionista Rai suonano più come un maldestro tentativo di mettere sotto silenzio un pensiero che, sotto sotto, sono parecchi a condividere. Lo dimostrano pur le pelose prese di posizione arrivate a sostegno dell'ex campione del mondo, sostenendo un'ontologica incapacità femminile di capire l'ormai celebre regola fuorigioco.

LE SCUSE DI COSTACURTA PER UN'USCITA POCO FELICE

Alessandro Costacurta, invece, ha sentito il bisogno di scusarsi dalle colonne del Corriere della Sera per aver detto, nel corso del programma di Fabio Caressa in onda lo scorso 18 febbraio su Sky Sport, che di fronte alle ingerenze di una come Wanda lui avrebbe cacciato la moglie di casa. Parole che non ha tardato a rimangiarsi, ma chissà , nel frattempo, come l'avrà presa Martina Colombari.

LA VOLGARE "INTERVISTA" DE LE IENE A ZANIOLO E SUA MADRE

Il peggio se possibile è arrivato nelle stesse ore su Italia 1, dove Le Iene sono state coperte di insulti per la squallida intervista all'astro nascente Nicolò Zaniolo e alla madre Francesca Costa. Meritevole, secondo quanto mostrato del programma Mediaset, di essere umiliata di fronte al figlio di 19enne tra allusioni sessuali e battute assai poco rispettose. La sua colpa? Essere una bella donna e averlo mostrato in più occasioni nelle foto pubblicate sul suo profilo Instagram. Foto, peraltro, tutt'altro che discinte, ma che non hanno impedito all'inviato della trasmissione Nicolò De Devitiis, che ha poi chiesto scusa, di prenderla di mira e far reagire il figlio in maniera stizzita. Ultimo episodio di una settimana in cui donne e pallone non sono mai stati così distanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso