19 Febbraio Feb 2019 1503 19 febbraio 2019

Chi è Virginie Viard, l'erede di Karl Lagerfeld a Chanel

La maison ha deciso che sarà lei a raccogliere l'eredità del maestro tedesco. Per anni sua collaboratrice, dal 2017 supervisiona otto collezioni del brand tra cui prêt-à-porter, Métiers d’Art e haute couture.

  • ...
virginie-viard-erede-karl-lagerfeld

Per anni è stata la sua ombra e braccio destro, ma ora per Virginie Viard è arrivato il tempo di uscire alla luce del sole. Sarà lei infatti a sostituire Karl Lagerfeld come nuova direttrice creativa di Chanel. L'annuncio è arrivato direttamente dalla maison parigina. Francese e definita dallo stesso Lagerfeld come chic persino con un paio di pantaloni e una maglia neri, Viard ha iniziato a collaborare col maestro nel lontano 1987 e da allora hanno creato un solido sodalizio artistico.

IL PRIMO INCONTRO CON LAGERFELD A 20 ANNI

Figlia di una coppia di medici, ma con un nonno che si occupava di compravendita di seta a Lione, è cresciuta tra i rotoli di stoffa ed è qui che sarebbe nata la passione per il mondo della moda, soprattutto quella francese. L'incontro con Lagerfeld avvenne quando lei aveva poco più di 20 anni dopo aver appena frequentato una scuola di cucito senza però esercitare mai la professione perché, come ha spesso raccontato, «non ho mai avuto la pazienza della sarta». Viard e Lagerfeld iniziarono insieme da Cholè prima di approdare a Chanel verso la fine degli anni 90.

DIRETTRICE DELLE ATTIVITÀ DEL MAESTRO

«Quando l'ho visto per la prima volta, ho sentito immediatamente la scossa», ha raccontato tempo fa a Madame Figaro. Da quando i due sono insieme lei si occupa di dare forma alle opere del maestro, guidando le attività degli atelier per dare vita alle creazioni del maestro. Come ha sottolineato Vanity Fair Francia, ora le resta il compito più arduo, guidare la nave di Chanel con la missione di «far continuare a vivere l'eredità di Gabriel Chanel e Karl Lagerfeld».

GIÀ COORDINATRICE DI OTTO COLLEZIONI

Nel 2017, in un intervista al Telegraph, Virginie Viard raccontò di essere diventata la responsabile della supervisione di ben otto collezioni tra le quali il resort, prêt-à-porter, Métiers d’Art e haute couture. I segnali del passaggio di testimone erano arrivati poco meno di un mese fa. Il 22 gennaio al termine della sfilata di haute couture Primavera/Estate 2019 di Chanel, sulla passerella non era salito Lagerfeld, ma solo Viard, un passaggio di testimone forse spinto proprio dalle condizioni di salute dello stilista tedesco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso