19 Febbraio Feb 2019 1221 19 febbraio 2019

Multata l'attivista svedese che fermò il rimpatrio di un afghano

Elin Ersson è stata sanzionata con 286 euro per aver impedito nel luglio del 2018 l'espulsione di un migrante. Aveva fatto in modo che l'aereo non decollasse.

  • ...
Elin Ersson Svedese Multata

È stata multata con 3 mila corone (286 euro) la studentessa svedese attivista per i diritti umani, Elin Ersson, che a luglio del 2018 bloccò un aereo nell'aeroporto di Goteborg per evitare che un richiedente asilo afghano fosse rimpatriato. La ragazza di 21 anni era stata incriminata a ottobre con l'accusa di aver violato le leggi sull'aviazione. Per i magistrati, non ha rispettato gli ordini dall'equipaggio dell'aereo che le avevano chiesto di sedersi. L'attivista aveva intenzionalmente acquistato un biglietto per il volo, sostenendo che l'afghano sarebbe stato «molto probabilmente ucciso» se fosse stato rimandato a casa. Ersson aveva diffuso in diretta su Facebook la sua protesta dall'interno dell'aereo della Turkish Airlines. Sia lei sia il richiedente asilo furono infine fatti scendere dall'aereo. Successivamente, il cittadino afghano è stato comunque espulso. Nel video la ragazza critica il sistema di rimpatri svedese.

Deportation from Gothenburg to Afghanistan

Geplaatst door Elin Ersson op Maandag 23 juli 2018

«Non mi siedo finché questa persona non viene fatta sbarcare», dice Elin, «perché in Afghanistan probabilmente lo ucciderebbero». La giovane aveva ottenuto più di 13 milioni di visualizzazioni. Su quel volo, in partenza dall'aeroporto di Landvetter, a Goteborg, alla sua battaglia si erano uniti altri passeggeri, compresa una squadra di calcio, fino a quando il richiedente non è stato fatto scendere tra gli applausi commossi dei presenti. «Il coraggio di Elin ha ispirato tante persone», ha commentato Gudrun Romeborn del gruppo Sittstreiken di cui la 21enne fa parte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso