Pillon Ddl Utero In Affitto

Ddl Pillon

31 Gennaio Gen 2019 1911 31 gennaio 2019

A Roma è andata in scena una nuova protesta contro Pillon

Decine di persone hanno preso parte alla manifestazione al grido di: «Giù le mani dalle donne». Alcuni uomini hanno alzato le mani contro le attiviste, lanciando anche degli insulti sessisti: «Zoccole andatevene».

  • ...
pillon-roma-contestazione

Al grido «giù le mani dalle donne» decine di donne, tra cui la senatrice Monica Cirinnà, la presidente della Casa delle donne Francesca Kock e la presidente del primo municipio Sabrina Alfonsi, hanno manifestato contro il decreto Pillon a pochi passi dal Circo Massimo dove, nell'aula del Consiglio del primo municipio, era prevista la partecipazione del senatore Simone Pillon, invitato a un convegno organizzato dal gruppo della Lega del primo municipio su famiglia e natalità. Le partecipanti al sit-in hanno esposto cartelli con su scritto: «no ddl Pillon».

URLA E CARTELLI CONTRO PILLON

Al termine del presidio, le partecipanti hanno fatto il loro ingresso nell'Aula del Consiglio del primo municipio e hanno contestato Simone Pillon urlando «Non si può fare», «Nessuna mediazione». A un certo punto tra alcuni partecipanti al convegno e alcune contestatrici si è arrivati quasi allo scontro fisico e a quel punto il grido si è trasformato in «vergogna vergogna». Pillon ha detto: «Ascolterò le vostre ragioni, se voi ascolterete le mie. Altrimenti fuori». Ma le contestazioni sono aumentate. Alcuni degli avventori hanno addirittura alzato le mani contro le attiviste, lanciando anche degli insulti sessisti: «Avete dieci amanti a testa, zoccole andatevene!». Il video è stato postato su Facebook dall'associazione femminista Se Non Ora Quando.

Dopo una trattativa, è stata fatta accedere alla sala consiliare una delegazione di donne che hanno inscenato una viva...

Geplaatst door Se Non Ora Quando op Vrijdag 1 februari 2019

PRESIDIO CONCLUSO ALL'ESTERNO

La situazione a un certo punto si è fatta paradossale: gli invitati al convegno sono scesi dai posti di presidenza e si sono collocati vicini per potersi ascoltare, mentre le donne hanno urlato per 45 minuti slogan che hanno ostacolato lo svolgimento dei lavori. Il senatore Pillon, però, ha continuato il suo intervento e alla fine, quando ha smesso di parlare, e la parola è passata a un altro interlocutore. A quel punto le contestatrici hanno proseguito il presidio all'esterno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso