5 Dicembre Dic 2018 1323 05 dicembre 2018

La mini guida (al femminile) di Più libri Più liberi 2018

Dal 5 al 9 dicembre torna a Roma la fiera dell'editoria. Al centro del programma di quest'anno anche i temi del femminismo, diritti delle donne e violenza.

  • ...
Piu Libri Piu Liberi 2018 Programma

Il 5 dicembre 2018 torna a Roma, nella suggestiva cornice della nuvola di Fuksas del quartiere Eur, la fiera nazionale della piccola e media editoria Più Libri Più Liberi. Fino al 9 dicembre un ricco calendario di incontri, reading, presentazioni animerà il Nuovo Centro Congressi per far scoprire al pubblico tutte le novità del settore. Quest'anno, inoltre, l'evento si tinge di rosa, con uno sguardo speciale rivolto alle donne. Numerose infatti sono le scrittrici e le personalità del mondo femminile che si discuteranno di temi come femminismo, diritti delle donne, violenza.

Dal 5 al 9 dicembre ritorna a Roma la fiera dell'editoria. Quest'anno uno sguardo speciale è rivolto ai temi del femminismo, diritti delle donne e violenza.

8 DICEMBRE

IL BRASILE E I DIRITTI A RISCHIO

Sabato 8 dicembre alla fiera dei libri interviene Monica Tereza Bonifacio, compagna di Marielle Franco, l'attivista brasiliana brutalmente assassinata il 14 marzo scorso a Rio De Janeiro mentre stava tornando da una manifestazione per i diritti delle donne di colore. Nella sala La Nuvola risuonerà l'eco della sua storia anche attraverso il ricordo di Fernanda Chaves, la consigliera e giornalista che viaggiava in macchina con Marielle al momento dell'assassinio ma che, miracolasamente, non fu ferita. Il dibattito vedrà anche un momento di riflessione, insieme all'intervento della giornalista Michela Murgia, sul momento storico attuale vissuto dal Brasile sotto il punto di vista dei diritti delle donne, sempre più minacciati dalla politica misogina e sessista del presidente Jair Bolsonaro.

PINAR SELEK AL DEBUTTO COME SCRITTRICE

Uno degli appuntamenti più attesi della mattinata vede la partecipazione della sociologa e attivista turca Pinar Selek, che presenterà al pubblico il suo primo romanzo La casa sul Bosforo. L'autrice, già nota per il suo attivismo nei confronti di chi vive ai margini della società, dà voce alla storia di Elif, una giovane donna cresciuta con il padre incarcerato. Nel libro emergono inoltri altri temi cari alla scrittrice come l'emancipazione femminile e la lotta per la libertà e la giustizia.

DAL FEMMINISMO ANNI 70 ALLA VIOLENZA SULLE DONNE

Un altro incontro che animerà il sabato pomeriggio sarà quello che vedrà protagoniste, nella sala Venere, la scrittrice Dorothee Werner e l'illustratrice Soledad Bravi con la presentazione di un racconto dal titolo La grande avventura dei diritti delle donne che indaga l'origine delle disuguaglianze di genere in maniera divertente. Nella stessa giornata la scrittrice Lia Migale presenterà il libro Incontri all'angolo di un mattino, un romanzo che resistuisce il ritratto della generazione degli Anni 70 tra movimento studentesco, rivoluzione sessuale, nascita del femminismo, lotte per i diritti civili e militanza politica. A tornare con prepotenza è anche il tema, quantomai attuale, della violenza sulle donne con la presentazione del libro Sei mia. Un amore violento dell'autrice Eleonora De Nardis.

9 DICEMBRE

IL SIGNIFICATO DI «FEMMINISMO»

Domenica 9 dicembre, nella giornata conclusiva della fiera, è in programma la presentazione del libro Tutte le ragazze avanti! 10 modi di essere femminista a cura di Giusi Marchetta, con gli interventi di Giulia Blasi e Giulia Grandi. L'autrice ha raccolto in queste pagine le storie di 11 autrici tra cui scrittrici, blogger, esperte musicali e di serie tivù, ricercatrici, social manager che hanno raccontato cosa voglia dire crescere «femminista» e che significato abbia per loro questa parola. Per Giulia Blasi, la giornalista che aveva dato vita all'hashtag #Quellavoltache, diventato poi un libro, la parola femminismo vuol dire «riconoscere il diritto alle ragazze di essere intere, cioè tenute in considerazione anche se non si adeguano a una società che le vuole silenziose».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso