4 Dicembre Dic 2018 1815 04 dicembre 2018

A Bolzano nascono gli alloggi per le vittime di violenza

La giunta provinciale altoatesina ha dato il via libera al progetto destinato a tutte le donne con o senza figli residenti nel territorio.

  • ...
Alloggi Transizione Bolzano

La giunta provinciale di Bolzano ha dato il via libera al progetto sociale di sostegno degli alloggi di transizione per il servizio Casa delle Donne. L'offerta prevede una soluzione abitativa autonoma per un periodo massimo di due anni a chi, con o senza figli, è vittime di molestie e maltrattamenti. Ciò significa che viene garantita loro una sistemazione più stabile rispetto a quella offerta dal Comune finora: gli appartamenti messi a disposizione dal servizio Casa delle Donne - Centro d'ascolto antiviolenza e dall'Associazione Gea per la solidarietà femminile contro la violenza dovevano infatti essere lasciati allo scadere dei sei mesi (periodo massimo consentito). Qui invece lo spazio di tempo dei 24 mesi permette alle donne di trovare un lavoro, la scuola per i figli, un nuovo alloggio, al fine di ritornare piano piano alla normalità. Come infatti sottolinea l'Assessora provinciale alla Sanità ed alle Politiche Sociali Martha Stocker «l'obiettivo principale è quello di permettere a chi è in uscita da strutture di accoglienza per donne in situazione di violenza, di sperimentarsi nella vita in autonomia in un contesto accompagnato».

ALLOGGI DI TRANSIZIONE PRONTI NEL 2021

Stefano Santoro, direttore dell'Ufficio Famiglia, Donna, Gioventù del Comune di Bolzano ha assicurato: «Saranno pronti nel 2021 gli otto alloggi che il Comune realizzerà a Casanova». Intanto, però, la provincia di Bolzano deve fare i conti con richieste di appartamenti sempre maggiori: solo l'Associazione Gea, nel 2018, ha ospitato 20 donne e 17 minori. Altre 12 donne, assieme a 10 minori, sono state temporaneamente ospitate in albergo, perché a livello provinciale non c’era un posto libero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso