24 Novembre Nov 2018 0800 24 novembre 2018

Le iniziative della Giornata contro la violenza sulle donne

Sono tanti, e sparsi in tutta Italia, gli eventi previsti tra il 24 e il 25 novembre. A partire dal corteo organizzato a Roma da Non Una Di Meno. Ecco una guida.

  • ...
giornata-contro-la-violenza-sulle-donne-2018

L'edizione 2018 della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne del 25 novembre non si risolve in 24 ore. Perché in calendario ci sono eventi previsti fino al 10 dicembre, data dedicata alla Giornata Internazionale dei diritti umani. Il motivo è tristemente semplice: sono ancora troppi gli abusi che chi nasce femmina subisce in tutto il mondo, come ha denunciato UN-Women, l’agenzia dell’Onu dedicata al nostro universo. Che, come ribadito dall'ente internazionale, deve essere urgentemente tutelato sia con leggi più incisive sia con un’educazione delle nuove generazioni. Tante le iniziative in Italia, con l’associazione Non una di meno in prima linea, che ha invitato le donne a uscire, nella giornata del 24, con un pañuelo - il tipico fazzoletto dell'Argentina - fucsia, come simbolo di solidarietà e appartenenza. Originariamente indossato dalle madri dei ragazzi desaparecidos, e poi dalle manifestanti della campagna sull'aborto libero e sicuro, il pañuelo rappresenta in questa occasione un segno di riconoscimento di tutte coloro che lottano per la propria libertà. Ecco alcuni appuntamenti sparsi in Italia per il weekend del 24-25 novembre.

LE INIZIATIVE A ROMA

Ad aprire le danze sabato 24 novembre a Roma, a partire dalle 14, è la manifestazione nazionale diNon una di meno, che ha organizzato bus da tutta Italia. Il corteo parte da Piazza della Repubblica e sono previsti interventi di esperte, politiche e personaggi noti per analizzare insieme i problemi dei soprusi maschili sulle donne. A Piramide, invece, è in calendario Un tango solidale dalle Scarpe Rosse, ideato e organizzato da Fatima Scialdone e dall'Associazione Cult Tango Eventi in collaborazione con Atac, e con il Patrocinio dell’Ambasciata Argentina. Gli appassionati del tradizionale ballo si esibiscono indossando un accessorio rosso per «ritrovare nel tango l’abbraccio, l’ascolto, la fiducia, riconquistare l’armonia e ricominciare a creare un cammino insieme>, ha sottolineato Fatima Scialdone.

Il nostro penultimo video tematico. Educazione di genere nelle scuole. By Marla Ginger Martina Prospeirs Sabato 24...

Geplaatst door Maddy Manca op Dinsdag 20 november 2018

LE INIZIATIVE A MILANO

Nel frattempo, sempre il 24 novembre, a Milano Palazzo Marino si illumina di arancione, come nel 2017, e su tutti i bus della linea 94 un posto è simbolicamente riservato alle vittime di violenza. A segnalare il sedile occupato è l’adesivo della campagna, nata nel 2013 da un'idea di Maria Andaloro e promosso dall'ex presidente della Camera Laura Boldrini. L’iniziativa a cui hanno aderito anche alcuni teatri. La città ha inoltre aderito alla campagna promossa dal movimento degli Stati Generali delle Donne, che ha chiesto ai Comuni di sensibilizzare i cittadini attraverso l'installazione delle ormai conosciute panchine rosse. Come già Genova, anche Milano è pronta a inaugurare le sue: la prima il 24 novembre all’interno del Parco Sempione, di fronte alla Biblioteca in via Miguel de Cervantes, mentre la seconda il 25 in piazza Castello. Lo stesso giorno, alle ore 15, in piazza della Scala è previsto l’evento Le se-die, un work in progress teatrale curato da Donatella Massimilla, regista della compagnia CETEC Dentro/Fuori San Vittore. Un lavoro pensato per dare voce alle vittime della violenza, con i racconti delle stesse protagoniste. Infine, il Comune, in quella data, ha deciso di tenere la bandiera civica a mezz’asta.

LE INIZIATIVE A BOLOGNA

A Bologna segnaliamo invece il festival La violenza illustrata, previsto fino al 4 dicembre, con convegni e incontri per affrontare il discorso sui soprusi nelle sue mille sfacettature.

LE INIZIATIVE A TORINO

Anche Torino nei giorni precedenti al 25 ha inaugurato la sua panchina rossa presso lo Spazio Donne della Cascina Roccafranca. Nella data della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne è invece previsto lo spettacolo teatrale Storia di Bimba, alle 21 nella Sala Consiliare della Circoscrizione, incentrata sulla violenza subita dai minori.

LO SPORT NON SI TIRA INDIETRO

E visto che la maggior parte dei ragazzi, mariti e padri nel weekend si dilettano a seguire i loro sport preferiti, anche il calcio ha deciso di ricordare la Giornata contro la violenza sulle donne. Calciatori e arbitri della Seria A scendono infatti in campo tenendo per mano alcune bambine e partecipano alla campagna #unrossoallaviolenza sfoggiando un segno di questo colore sul viso. E non finisce qui. Gli idoli del pallone continuano la loro campagna anche sui social, i calciatori mostrando ai follower le loro compagne, madri, sorelle: un modo per rendere i loro fan più consapevoli di quello che dovrebbe essere una famiglia. Il mondo del rugby è invece testimonial di Actionaid: sabato 24, in occasione del match contro gli All Blacks, la Nazionale Italiana indossa magliette con numeri diversi dal solito: quelli dell'ultima indagine Istat sulla violenza di genere nel nostro Paese. La squadra è inoltre protagonista della campagna televisiva contro gli abusi, in onda sui canali del Gruppo Discovery.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso