21 Novembre Nov 2018 2114 21 novembre 2018

Il blitz contro la pubblicità sessista a Palermo

Imbrattato con una scritta "Basta" il cartellone dell'azienda napoletana Lublan. Che promuove oli per auto con una donna n lingerie. Sabato 24 corteo in città.

  • ...
Blitz Pubblicità Sessista Palermo

L'immagine di una donna in lingerie per pubblicizzare un olio per auto. L'ennesima, e per nulla originale, pubblicità sessiata che ha tappezzato le strade di Palermo è stata presa di mira da un blitz dell'Assemblea contro la violenza sulle donne, che ha imbrattato il cartellone con un'enorme scritta "basta" impressa con la vernice rossa.

«INAMMISSIBILE LE PRESENZA DI MESSAGGI CHE COMPIONO VIOLENZA»

«Riteniamo inammissibile», ha spiegato Claudia Borgia del collettivo, «la presenza negli spazi della nostra città di foto che compiono un chiaro atto di violenza sulle donne sfruttando l'immagine femminile per finalità commerciali, utilizzando in maniera impropria il corpo femminile». Sabato 24 novembre è previsto una manifestazione nel capoluogo siciliano, col via del corteo che è previsto alle 16.30 da piazza Verdi: «Non ci fermeremo finché non saremo libere dalla violenza di genere in tutte le sue forme e in tutti i suoi luoghi».

PROTESTE PER LO STESSO CARTELLONE ANCHE A MILANO

Proteste analoghe erano andate in scena a Milano, dove il cartellone della Lublan era stato fortemente criticato dalla pagina Facebook 'La pubblicità sessista offende tutti'. Che, oltre a stigmatizzare la scelta dell'azienda napoletana di oli lubrificanti per auto, aveva riservato una frecciata al sindaco Beppe Sala: «Complimenti al Comune di Milano : non dimentichiamo che aziende e pubblicitari possono fare questo perché c’è qualcuno che dà le concessioni». Eppure, già da qualche anno è stato approvato un regolamento per evitare pubblicità volgari e offensive negli spazi pubblicitari del Comune. E tra quanti hanno invocato l'intervento degli uffici di Palazzo Marino per protestare c'è anche chi si è rivolto direttamente a Diana De Marchi, consigliera comunale del Pd e presidente della commissione Pari opportunità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso