We Can Do It!

Diritti

20 Novembre Nov 2018 1846 20 novembre 2018

In Kenya costrette a prostituirsi in cambio di assorbenti

Come spiega un articolo dell'inglese The Independent a sfruttare le adolescenti sarebbero i boda-boda, tassinari in motocicletta che vendono i tamponi di contrabbando in cambio di sesso.

  • ...
Kenya Assorbenti Ragazze

È della metà di novembre 2018 la notizia che in Indonesia gli assorbenti sono diventati le nuove anfetamine dello sballo adolescenziale. In Kenya, o per lo meno in alcune aree del Paese, invece, dal lato opposto, gli assorbenti scarseggiano, tanto che il sito britannico inglese The Indipendent ha dichiarato che ben il 65% delle donne ha avuto rapporti sessuali in cambio di un assorbente. Ad avvalorare il dato, uno studio di Philips Howard, risalente al 2015, secondo cui nel Kenya occidentale il 10% delle ragazze si è dovuta prostituire per potersi permettere prodotti per l'igiene mestruale. Il Ministero della Salute del Paese ha inoltre segnalato che più della metà delle giovani del Paese (il 54%) ha difficoltà economiche tali da non permettere l'acquisto di quel tampone di forma rettangolare che, per noi donne occidentali, è ormai di uso comune. Parlando a The Independent, Andrew Trevett, capo dell'Unicef in Kenya per l'acqua, i servizi igienici e l'igiene, ha dichiarato che non è raro che le adolescenti subiscano abusi sessuali in cambio di articoli sanitari: da alcune interviste è infatti emerso che molte di loro sono finite nel mirino dei boda boda, tassinari in motocicletta che vendono loro assorbenti di contrabbando in cambio di sesso.

MANCANZA DI SANITARI NELLE SCUOLE

A peggiorare il quadro è la mancanza di bagni nelle scuole pubbliche che incentiva di fatto le ragazze a rimanere a casa quando hanno il ciclo piuttosto che correre il rischio di sporcarsi e di essere prese in giro dai propri compagni di classe. Si stima che sia almeno una studentessa su dieci, nei Paesi dell’Africa sub-sahariana, a fare una scelta di questo tipo. E che alcune di loro, finiscono col perdere fino al 20% delle lezioni. Tanto addirittura da arrivare a decidere di abbandonare del tutto la frequenza, e quindi l'istruzione.

GLI IMPEGNI DEL GOVERNO (TRADITI)

In base a quanto riporta la Bbc, un emendamento di legge sulla scuola era stato già firmato nel giugno 2018 dal Presidente Uhuru Kenyattaera che si impegnava a fornire «assorbenti in quantità sufficiente, gratuiti e di qualità» a tutte le studentesse. Peccato che, alla luce degli aggiornamenti pubblicati dal sito The Indipendent nel settembre 2018 sembrerebbe che tali misure di contrasto al problema siano state finora decisamente disattese.

IL TABÙ DELLE MESTRUAZIONI

Sembra che più si scenda a Sud nel mondo e più i tabù sul ciclo si facciano resistenti e duri a morire. Un problema che, comunque, rimane anche nei Paesi più sviluppati del globo, Italia compresa. Non è sorprendente allora che sia un argomento di conversazione ancora 'scomodo' nell'entroterra africano. C'è uno stigma che circonda le mestruazioni in tutto il Continente nero, come chiarisce anche il rapporto del 2016 finanziato dalla Fondazione Bill&Melinda Gates che ha sottolineato come solo il 50% delle ragazze keniote riesca a discuterne apertamente in famiglia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso