Me Too Times Up

#MeToo

17 Ottobre Ott 2018 1959 17 ottobre 2018

Il video di Plan International Uk contro le molestie nei luoghi pubblici

Tra le iniziative del progetto ideato dall'associazione, anche una clip che invita le ragazze a denunciare sguardi invadenti e complimenti indesiderati.

  • ...
Video molestie sessuali

In occasione della Giornata internazionale delle Bambine e delle Ragazze, l’onlus Plan International UK ha lanciato una campagna di sensibilizzazione contro lo street harrassment e le molestie sessuali con cui adolescenti e giovani donne sono costrette a fare i conti nei luoghi pubblici. E attraverso un video, l’associazione ha invitato chiunque abbia vissuto sulla propria pelle esperienze del genere a denunciarle, condividendole attraverso l’hashtag #ISayItsNotOk.

IL VIDEO DI DENUNCIA DIRAMATO DA PLAN INTERNATIONAL UK

Nel filmato, diffuso su tutte le piattaforme social di Plan International Uk, non hanno trovato spazio freddi numeri o percentuali ma solo i volti, gli occhi e le reazioni di chi, ogni giorno, non si sente libera di camminare per strada o di spostarsi sui mezzi pubblici senza sentirsi invasa dallo sguardo indiscreto di un uomo o violata da un catcalling (una vera e propria molestia verbale, fischi e apprezzamenti indesiderati rivolti alle donne da perfetti sconosciuti) spacciato per un complimento. Perché se per chi li fa possono sembrare innocenti apprezzamenti, per chi li subisce sono l’anticamera di un terrorismo psicologico che la vittima si autoinfligge e che la porta a sentirsi sporca e in balìa di tanti “se”. «Se non avessi messo la gonna, non sarebbe successo». «Se fossi stata meno carina, non sarebbe successo». Nel tentativo di chiedere al governo di riconoscere le molestie nei luoghi pubblici come una forma di violenza di genere, l’onlus ha trovato una chiave perfetta per esemplificare un fenomeno che, fino ad ora, era stato oggetto di ricerche ma che non era mai stato trattato in tutta la sua crudezza. E con uno strumento a misura di millenial, è riuscita a dar voce a un problema che migliaia di ragazze al mondo, spesso, decidono di tacere, sottovalutandone la portata.

NON BISOGNA NORMALIZZARE QUESTI COMPORTAMENTI

I sondaggi condotti, negli anni, da Plan International UK hanno restituito un quadro drammatico: uno scioccante 66% della popolazione femminile d’età compresa tra i 14 e i 21 anni si è trovata a essere protagonista di episodi di molestie sessuali in luoghi pubblici. E quel che è peggio è che molte ragazze, crescendo, si sono trovate spesso a pensare che fosse un atteggiamento normale, con il quale sarebbero state costrette a convivere per il resto della loro vita. «Se si normalizzano questi comportamenti, c’è il rischio che dallo sguardo invadente si arrivi a episodi ben più drammatici», hanno ribadito i vertici dell’onlus in occasione del meeting dell’11 ottobre all’House of Commons, a Londra, «Bisogna rivendicare la libertà delle donne di camminare libere per strada. E di vivere senza sentirsi costantemente scomode».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso