17 Ottobre Ott 2018 0800 17 ottobre 2018

I 100 anni di Rita Hayworth, la dea dell'amore di Hollywood

Tentò in ogni modo di liberarsi del ruolo di semplice sex symbol, fu la prima attrice indipendente, si sposò cinque volte, ebbe due figlie e divenne principessa.

  • ...
Rita Hayworth

Il nome di Rita Hayworth identifica, nella memoria collettiva, l’epoca d’oro di Hollywood. Ma c’è di più: sebbene non venga certo identificata come femminista, nel senso più moderno del termine, nondimeno cercò l’indipendenza. Tentò in ogni modo di liberarsi del ruolo di semplice sex symbol prodotto e controllato dagli uomini: fu la prima attrice a ribellarsi alla tirannia dei capi degli studios, rompendo il contratto con la sua casa di produzione, la Columbia pictures, diventando l’agente di se stessa.

LA DEA DELL’AMORE

Margerita Carmen Cansino nacque a Brooklyn il 17 ottobre 1918. Figlia d’arte – sia il padre che il nonno erano infatti ballerini professionisti – si dilettò nella danza fin dalla più tenera età. Fu il successo hollywoodiano a convincerla a cambiare nome, americanizzato per sfuggire all’etichetta di ballerina latino-americana. Grazie anche all’aiuto del bisturi – rimodellò il naso, schiarì la carnagione, alzò l’attaccatura dei capelli, che vennero tinti di rosso – creò così il suo personaggio: Rita Hayworth, la ‘dea dell’amore’, come venne definita dalla rivista Life nel 1947.

LA PRIMA PRINCIPESSA DI HOLLYWOOD

La ricerca dell’amore però non fu sempre fortunata per l’attrice, che si sposò cinque volte. Il primo matrimonio con Edward Judson risale al 1937, i due divorziarono nel 1942 e solo un anno dopo lei sposò il regista Orson Welles. Dopo la nascita della figlia, Rebecca Welles, la coppia divorziò. Il terzo matrimonio, nel 1949, fu con il principe ismalita Aly Khan. Rita divenne principessa – ben sette anni prima della favola monegasca di Grace Kelly – e i due ebbero una figlia, Yasmin Aga Khan. Aly Khan e Hayworth divorziarono nel 1953, lo stesso anno del quarto matrimonio con Dick Haymes. L’unione durò solo tre anni e nel 1958 Rita sposò James Hill. Divorziò per l’ultima volta nel 1958.

I MERITI CHE LE HANNO STRAPPATO

A differenza di altre colleghe, come Katherine Hepburn, Bette Davis o Mae West, a Rita, i critici non le riconobbero mai un ruolo diverso da quello della bella ragazza che interpreta ruoli poco più che decorativi nelle grandi pellicole. Inoltre, i meriti del suo successo, spesso e volentieri, sono stati dati agli uomini della sua vita: al capo della Columbia pictures, Harry Cohn, prima, al secondo marito, Orson Welles, poi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso