Me Too Times Up

#MeToo

8 Ottobre Ott 2018 1835 08 ottobre 2018

Liam Gallagher nega l'accusa di violenza, ma c’è un video

L'ex Oasis è stato denunciato per abusi ai danni della fidanzata Debbie Gwyther. La coppia ha smentito tutto, ma le prove sarebbero nei fotogrammi (secondo The Sun).

  • ...
Liam Gallagher Debbie Gwyther

Liam Gallagher è stato convocato dalla polizia per essere interrogato in merito alla denuncia per maltrattamenti ai danni della sua compagna, Debbie Gwyther. L'ex frontman degli Oasis non è stato arrestato e adesso è in attesa della notifica formale delle indagini, che lo potrebbe informare di ulteriori azioni intraprese dalla polizia, o la caduta delle accuse.

IL VIDEO CHE INCASTREREBBE L'EX OASIS

In agosto il tabloid britannico The Sun aveva pubblicato un video, proveniente da una telecamera a circuito chiuso del locale londinese Chiltern Firehouse, che ritraeva Gallagher e la compagna in un corridoio di servizio, proprio nel momento in cui l'uomo le metteva una mano alla gola al culmine di una lite. La coppia ha negato l'abuso, ma i testimoni - tra i quali un cameriere del nightclub ritratto proprio nel video incriminato - hanno raccontato una storia diversa e così sono partite le indagini.

LIAM SU TWITTER: «NON HO MAI TOCCATO UNA DONNA»

Gallagher ha utilizzato Twitter per negare tutte le accuse e ai fan ha scritto: «Per prima cosa, non ho mai messo le mani su una donna in modo cattivo. Secondo: c'è solo una strega e tutti sappiamo chi è». Sarebbe quindi una caccia alle streghe quella che vede Liam come un mostro violento. Debbie Gwyther ha invece utilizzato Instagram per accusare il tabloid che per primo ha diffuso la notizia: «The Sun si è superato un'altra volta. Vergona, a loro e a tutti quelli che hanno chiesto un commento di Liam invece che il mio. Che individui amorevoli. Un mucchio di bugie, come al solito... "Ex assistente personale" è stata una delle più offensive. Si sono anche rubati un paio d'anni alla mia età anagrafica... Giornalismo tra i più alti. Noiose insensatezze sessiste... Vi aspettano delle azioni legali. Vostra, Debbie Gwyther».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso