Me Too Times Up

#MeToo

5 Ottobre Ott 2018 1325 05 ottobre 2018

Ratajkowski e Schumer arrestate per le proteste contro Kavanaugh

La modella e la comica sono tra le 302 attiviste fermate durante le manifestazioni a Capitol Hill del 5 ottobre, giorno del primo voto in Senato per decidere della nomina del giudice.

  • ...
emily ratajkowski amy schumer

A migliaia hanno protestato davanti e dentro l'edificio del Senato americano nella giornata che del voto procedurale per la nomina alla Corte Suprema di Brett Kavanaugh. Il corteo ha sfila dal palazzo della Corte d'Appello fino a Capitol Hill al grido di «Noi crediamo a Christine Ford», la donna che a settembre ha accusato il giudice di molestie sessuali. Dozzine di attiviste anti-Kavanaugh sono entrate nell'atrio della Corte d'Appelo, tra queste erano presenti anche la modella Emily Ratajkowski e la comica Amy Schumer, ritratta anche in un video al momento dell'arresto.

Emily Ratajkowski e Amy Shumer sono tra le 300 manifestanti arrestate a Washington durante la protesta contro la candidatura del giudice Brett Kavanaugh alla Corte Suprema statunitense.

OLTRE 300 ARRESTI

Alcuni senatori avrebbero chiesto la scorta della polizia per lasciare Capitol Hill e, secondo quanto riportato dalla Bbc, gli arresti tra le manifestanti sarebbero stati oltre 300. Tra loro anche le due co-star del film Come ti divento bella. Poche ore dopo il fermo, Ratajkowski si è fatta sentire anche sui social, postato una foto della manifestazione su Instagram. «Oggi sono stata arrestata mentre protestavo contro la nomina di Brett Kavanaugh, un uomo che è stato accusato da più donne di violenza sessuale. Gli uomini che fanno del male alle donne non possono più essere posti in posizioni di potere. La conferma di Kavanaugh come giudice della Corte Suprema degli Stati Uniti è un messaggio che le donne in questo paese che non contano. Chiedo un governo che riconosca, rispetti e sostenga le donne tanto quanto gli uomini», ha scritto come commento allo scatto la modella 27enne.

Anche la collega Amber Heard ha partecipato alla manifestazione e su Instagram ha postato una foto che la ritrae ritratta avvolta nella bandira americana: «Fiera di essere qui con tante donne incredibili, sopravvissute che si prendono cura del nostro Paese in un momento così importante», ha scritto aggiungendo l'hashatg #BelieveSurvivors.

IL VOTO DEL 5 OTTOBRE

È stato fissato per le 10.30 a Washington - le 16.30 ora italiana - del 6 ottobre il voto procedurale che consentirà di capire se la nomina del giudice Kavanaugh andrà in porto. Tra i senatori votanti infatti sono ancora tre, tutti repubblicani, quelli che non hanno sciolto le proprie riserve dopo le indagini dell'Fbi, se due dui loro dovessero scegliere per il no al voto definitivo - in programma per sabato 6 ottobre alle ore 17.30 (23.30 in Italia) - Kavanaugh sarà definitivamente fuori dai giochi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso