14 Settembre Set 2018 1851 14 settembre 2018

Women.NYC è il sito che tutte le città dovrebbero avere

A New York è nato un portale che aiuta, guida e sostiene le donne nel corso della loro carriera per incentivare la fine delle disparità sui luoghi di lavoro. 

  • ...
Women Nyc Alicia Glen Chirlane Mccray

Non si ripeterà mai abbastanza che i cambiamenti in fatto di disparità di genere, sopratutto se se ne parla in termini lavorativi, passano dalla presa di coscienza e dall'informazione delle dirette interessate, le donne. A New York, una delle città già più all'avanguardia in questo senso, negli ultimi mesi si è fatto un ulteriore passo avanti con il sito Women.NYC, portale lanciato a maggio 2018 con lo scopo di aiutare e sostenere le carriere femminili. Una fonte di notizie, un luogo dove confrontarsi e poter conoscere meglio i propri diritti, le legislazioni cittadine e le tutele di cui si può godere: uno spazio, insomma, dove sentire di far parte di una comunità attiva e autodeterminata.

COM'È NATO WOMEN.NYC

Il progetto, curato nei minimi dettagli anche da un punto di vista comunicativo (è stato preceduto da una campagna online e offline molto efficace) , è stato ideato da Chirlane McCray, moglie del Sindaco, e Alicia Glen, responsabile per lo sviluppo economico della città. Come riportato da The Cut, l'intenzione delle due è stata quella di fornire alla 'donna media' un modo per conoscere meglio il settore del lavoro e imparare a tutelarsi dove necessario. Il loro obiettivo è un'ulteriore diminuzione delle differenze di salario fra i due generi, l'aumento della presenza femminile a capo delle compagnie Fortune 500 e l'impegno per avere almeno un ospedale della città guidato da una donna. Come ha dichiarato Glen: «Abbiamo aspettato molto tempo per poter avere una parità di stipendio, potere e rispetto. Nella città di New York non abbiamo intenzione di aspettare ulteriormente. Per questo abbiamo lanciato Women.NYC, perchè sappiamo che le donne sono in grado di fare tutto da sole, ma non sono obbligate a doverlo fare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso