Scandalo Weinstein

Scandalo Weinstein

13 Settembre Set 2018 1703 13 settembre 2018

Il video che testimonia le molestie di Harvey Weinstein

Melissa Thompson, una delle accusatrici del produttore al centro dello scandalo abusi, ha diffuso un filmato che lo ritrae mentre flirta con la donna.

  • ...
Melissa Thompson Harvey Weinstein

Sky News ha diffuso un video esclusivo che mostra Harvey Weinstein, il produttore cinematografico coinvolto nello scandalo abusi che ha dato il via al movimento #MeToo, mentre flirta in modo esplicito con Melissa Thompson, una delle donne che lo ha accusato di stupro. Il filmato è stato girato di nascosto con la webcam del computer dalla donna, che nel 2011 aveva incontrato l’uomo per lavoro. Nelle immagini, lui, dopo essersi chiuso la porta dell’ufficio alle spalle, avvicina la giovane, allora 28enne, e invece di stringerle la mano, la abbraccia. Dopo una breve conversazione, le chiede di poter flirtare e lei risponde: «Mhm, vedremo, un po'». Dopo aver accettato i servizi pubblicitari proposti dalla società della Thompson, il produttore si spinge oltre chiedendole di «poter avere un qualcosa in più» e, da quello che si vede nei fotogrammi, sembrerebbe allungare una mano sulle gambe della ragazza. Lei risponde che «è un po’ troppo in alto». Dopo l’incontro l'ex numero uno di Miramax le dà appuntamento alle 17.30 in un albergo del quartiere TriBeCa, New York, dove la Thompson ha denunciato di essere stata stuprata. Intervistata da Sky, la donna ha dichiarato di essersi presentata all'appuntamento «per salvare la riunione» e concludere l'accordo con la firma sul contratto, senza mai incoraggiarlo. Ma nella stanza che Weinstein aveva riservato si sarebbe consumata la violenza: «Se cercavo di divincolarmi per allontanarmi, lui si spostava per bloccarmi. Mi sentivo costantemente in trappola». L’avvocato del produttore, Ben Barfman, ha respinto il video come prova di molestia: «È chiaro che entrambi stanno flirtando. Lei cerca soldi». Secondo il legale questo sarebbe solo un tentativo di rafforzare la posizione della donna, il cui caso non è tra quelli rinviati a giudizio, durante processo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso