11 Settembre Set 2018 1711 11 settembre 2018

Il presidente della Tanzania invita le donne a buttare i contraccettivi

«Gettate la pillola anticoncezionale»: secondo John Magufuli il Paese «ha bisogno di più bambini», ma con un rapporto di cinque figli per famiglia, ha già uno dei tassi di natalità tra i più alti del mondo.

  • ...
Tanzania Magufuli anticoncezionali

Secondo il presidente della Tanzania, John Magufuli, il Paese avrebbe bisogno di più abitanti e invita quindi le donne a «gettare via i contraccettivi». «Ho visto cosa può fare il controllo delle nascite, [in Europa] alcuni pPaesi stanno affrontando un calo della popolazione», così John Magufuli avrebbe giustificato le sue dichiarazioni, secondo quanto riportato dal quotidiano locale The Citizen. Chi non fa più figli sarebbe, secondo il capo di Stato, solo un «pigro, che non ha voglia di lavorare per sfamare una grande famiglia». La Tanzania però, con una popolazione di 53 milioni di abitanti, la metà dei quali vive con meno di 2 dollari al giorno, non ha certo bisogno di aumentare la propria natalità: con un rapporto di cinque figli per ogni donna, ha uno dei tassi tra i più alti del mondo. Intanto, il deputato dell'opposizione Cecil Mwambe avverte che il presidente potrebbe voler concretizzare le sue parole, alzando a dieci il numero di figli coperti da assicurazione sanitaria (oggi limitato a quattro). Per il momento però non sono in vista modifiche alle politiche familiari, che promuovono diversi tipo di anticoncezionali, già approvate nel 1976, prima dell'arrivo nel Paese del Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione.

NON È LA PRIMA PROPOSTA CONTROVERSA

Dalla sua elezione nel 2015, Magafuli ha avanzato diverse proposte controverse: nel 2016, dopo aver reso gratuita l'istruzione elementare, aveva già chiesto alle donne di fare a meno degli anticoncezionali, e nel 2017 aveva ceracto di impedire alle ragazze madri di riprendere gli studi dopo la gravidanza.

UN GOVERNO CONTRO LE DONNE

E solo un giorno dopo l'ultimo commento del presidente, il nuovo regolamento, promosso dal parlamentare Job Ndugai, ha vietato alle colleghe deputate di indossare ciglia e unghie finte. Ndugai ha dichiarato a BBC's Focus on Africa che il divieto avrebbe «ragioni sanitarie», ma lo documento vieta anche «abiti corti e jeans» e richiede a tutte le donne in visita nel palazzo parlamentare di rispettare l'ordinanza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso