6 Settembre Set 2018 1700 06 settembre 2018

Il surf dà il buon esempio: parità salariale dal 2019

Una rivoluzione per il mondo dello sport: il montepremi per uomini e donne sarà lo stesso. A dare la notizia i campioni Stephanie Gilmore e Kelly Slater.

  • ...
Pari Salari Sport

L'annuncio arrivato dalla World Surf League (Wsl), durante l'evento Surf Ranch Pro, potrebbe finalmente dare uno scossone al mondo dello sport: a partire dal 2019, gli organizzatori dei campionati di surf garantiranno uguale montepremi a uomini e donne e sarà la prima disciplina sportiva a farlo. L'obiettivo, secondo quanto dichiarato dall'amministratore delegatodi Wsl, Sophie Goldschmidt, è quello di assicurare non solo uguale stipendio, ma pari dignità alle due categorie: sperando di «dare davvero di dare a tutte le donne la possibilità di competere nei tour e riportare il surf femminile nella posizione in cui merita di essere. Questo è un passo del nostro viaggio, ma non finisce qui». La disciplina, entrata a far parte delle Olimpiadi per la prima volta a Tokyo 2020, è uno degli sport in maggiore espansione e potrebbe portare il buon esempio.

LE REAZIONI

È «una giornata storica» secondo la sei volte campionessa del mondo, Stephanie Gilmore: «Sono così orgogliosa di essere una surfista e sono orgogliosa della federazione, disposta a farsi avanti per essere uno sport progressista e lanciare un messaggio al mondo», scrive su The players tribune insieme al collega Robert Kelly Slater, che aggiunge: «Le donne meritano questo cambiamento, e sono fiero che il surf stia scegliendo di guidare lo sport verso l'uguaglianza e l'equità». L'atleta 11 volte campione del mondo ha anche espresso la sua stima nei confronti della Federazione mondiale con un post su Twitter: «È stato un onore aver partecipato all'annuncio di Wrl in merito alla parità retributiva per uomini e donne. È grandioso che si siano alzati in piedi e si siano fatti sentire».

Non sono solo gli atleti ad aver celebrato questo cambiamento epocale, anche Charlize Theron affida ad un tweet la sua ammirazione: «Una notizia che mi ha resa tremendamente eccitata oggi: il surf è appena diventato la prima disciplina a raggiungere l'eguaglianza retributiva. C'è ancora molto lavoro da fare, ma gloria alla World Surf League per aver fatto un passo avanti!».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso