Femminicidio

Femminicidio

8 Agosto Ago 2018 1430 08 agosto 2018 Aggiornato il 10 agosto 2018

Una donna è stata uccisa di botte dal marito a Cavarzere

Uxoricidio in provincia di Venezia. Si allunga così la triste lista dei femminicidi e salgono a 39 le donne uccise da inizio 2018.

  • ...
Carabinieri Firenze Stupro Espulsi Arma

Una donna di 37 anni è stata uccisa dal marito di 35 anni a Cavarzere, nel Veneziano. Il delitto è avvenuto nell'abitazione della coppia intorno alle 7 del 8 agosto. Secondo la prima ricostruzione la donna è stata massacrata a botte dall'uomo che si trovava agli arresti domiciliari. È stato lo stesso marito a chiamare i sanitari per chiedere soccorso alla moglie. Il presunto assassino si è poi arreso ai Carabinieri senza fare resistenza ed è stato portato nella casema di Chioggia.

DONNA SOTTOPOSTA A UN PESTAGGIO FURIOSO

La vittima è stata identificata come Malia Beccarello. L'omicida, Natalino Boscolo Zemello, era agli arresti domiciliari dal 20 luglio 2017 per una tentata estorsione e violenza privata. Secondo le indagini delle forze dell'ordine Boscolo Zemello ha sottoposto la moglie ad un pestaggio furioso. Quando sono giunti nell'abitazione della coppia i sanitari del 118 la donna era già morta. Sino ad oggi l'uomo si era dimostrato un detenuto modello. Secondo le prime informazioni non risultavano problemi di coppia. Come ha scritto la stampa locale non è mai stata presentata alcuna denuncia di maltrattamenti, né segnalazioni da parte dei vicini. Nel frattempo i militari hanno ultimando i rilievi sul luogo del delitto. In più parti della casa sono state trovate estese tracce di sangue, a conferma che la donna ha cercato inutilmente di scappare dal suo assalitore.

L'ALLARME LANCIATO SU FACEBOOK

«La vita ci dà brutte cose, ma si tira avanti» aveva scritto un anno prima Maila nella sua pagina Facebook rispondendo ad una amica. Molte delle foto pubblicate la ritraggono in compagnia di cani, a cui era particolarmente affezionata. Secondo quanto si è appreso, la donna non aveva mai espresso in passato con le forze dell'ordine timori sulla sua incolumità personale in relazione al rapporto col marito.

L'UOMO AVEVA PATTEGGIATO UN ANNO E 8 MESI PER ESTORSIONE

Boscolo Zemello Aveva patteggiato una pena ad un anno e 8 mesi perchè, secondo le accuse, si sarebbe presentato con un'arma, forse giocattolo, per estorcere denaro a un conoscente. L'uomo, un ex pescatore, aveva preteso la somma come risarcimento per un tentativo di investimento subito con un furgone a cui aveva partecipato, a suo dire, anche la vittima della tentata estorsione.

VANIN, M5S: «STRAGE DELLE DONNE»

Si allunga così la lista dei femminicidi e salgono a 39 le donne uccise da inizio anno. L'ultimo capitolo di una «strage delle donne», come la definisce Orietta Vanin, portavoce M5S al Senato. «Fino a quando la violenza domestica e di genere verrà considerata un problema delle donne, a nulla serviranno gli appelli. Troppo spesso le donne tornano nella casa che le vede vittime perché non hanno alternative, perché chi le deve accompagnare alla denuncia non dà loro supporto, o nei servizi comunali non ricevono adeguata e necessaria assistenza specialistica. Quando sentiamo le urla e la disperazione di chi sta subendo violenza, ognuno di noi deve fare la propria parte. Servono servizi, risorse e rispetto175.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso