6 Luglio Lug 2018 1816 06 luglio 2018

Pagava estranei per violentare la figlia: chiesti 16 anni

I fatti risalgono all'estate 2017, in un quartiere di Roma. La terribile storia smascherata dalla denuncia di un giovane nigeriano, cui l'uomo aveva offerto denaro per seviziare la 15enne disabile. 

  • ...
Stupro Firenze

Un'autentica storia dell'orrore, quella vissuta da una 15enne disabile costretta dal padre a subire violenze da sconosciuti che l'uomo assoldava appositamente. I fatti risalgono al'estate 2017, in un quartiere di Roma, e ora la procura capitolina ha chiesto per l'uomo una condanna a 16 anni.

FILMAVA CON LO SMARPHONE LE VIOLENZE SUBITE DALLA FIGLIA

Il padre della giovane, un uomo sulla quarantina sposato e padre di tre figli, in seguito alla perizia è risultato sano di mente e quindi va processato. Nel 2017 aveva iniziato a pagare sconosciuti per far seviziare, sotto la sua regia e con smartphone in mano, la giovane, afflitta da un forte ritardo mentale, incapace anche di parlare, di chiedere aiuto, persino di urlare.

LA DENUNCIA DI UN GIOVANE NIGERIANO

A settembre, al commissariato di Monteverde, si era presentato da loro un ragazzo nigeriano. «Sono stato avvicinato da un uomo» - aveva raccontato - «che mi ha proposto un rapporto con la figlioletta, offrendomi 20 euro. Fermatelo». Lui stesso ha fatto da esca, ricevendo in premio il permesso di soggiorno per motivi umanitari. Ora anche due ragazzi africani rischiano la condanna per violenza sessuale: per loro è stata chiesta una pena di due anni e otto mesi. Il Campidoglio, in veste di tutore legale, ha chiesto un milione di euro di risarcimento per la vittima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso