16 Giugno Giu 2018 1129 16 giugno 2018

Mondiali 2018 e fidanzati: cinque consigli per arrivare al 15 luglio

L'Italia non è fra le 32 nazionali in Russia, ma non sarà un'estate senza calcio. Anzi. Alcuni modi per aspettare la finale senza scaricare la vostra dolce metà.

  • ...
Mondiali Calcio 2018 Italia Relazioni Consigli

Diciamolo subito a scanso di equivoci: a nessuno, uomo, donna o femminista, fa piacere che l’Italia non sia in Russia a partecipare a questi Mondiali 2018. Quando si tratta della Nazionale il calcio diventa straordinariamente sopportabile per chiunque. Saranno le birre in compagnia, i paramenti verde-bianco-rosso o l’orgoglio patriottico che sul campo tocca vette mai raggiute in nessun altro ambito, ma da giovedì 14 giugno tutti ci stiamo sentendo un po’ orfanelli e orfanelle. Che gli Azzurri non siano presenti in nessuno degli otto gironi è fatto più unico che raro (non capitava da 60 anni), e sta turbando non poche menti maschili: la maggior parte della popolazione, padri, fratelli, amici, figli e fidanzati, si trova in una situazione del tutto nuova. Per le detrattrici più accanite del caro vecchio gioco del pallone, questo potrebbe sembrare uno scenario idilliaco, ma non è detto che vi aspetti un mese senza partite. Se avete un partner particolarmente patito di calcio, o se proprio vi risulta impossibile farvelo piacere, abbiamo raccolto qualche dritta per arrivare sane e salve a fine Mondiale (segnate sul calendario il 15 luglio).

NON SIATE INGENUE

La prima cosa da evitare è credere che, siccome non c’è l’Italia fra le squadre in gara, questi Mondiali passeranno in sordina. Se non ve ne siete rese conto, fidanzati (o fidanzate) hanno già sostituito la nostra Nazionale con tutte le altre 32. In pratica, per compensare l’assenza della squadra del cuore sono disposti a seguire anche le imprese di Panama. E a farlo con un grande entusiasmo.

FARE ZAPPING IS THE NEW SABBIE MOBILI

Visto che, come dicevamo, i maschi italiani stanno soffrendo un fortissimo horror vacui calcistico, spetta a voi cercare di contenere la loro smania. A tal proposito, non ringraziate Mediaset: hanno in programma di trasmettere tutte le partite in calendario. Se una sera da qui al 15 luglio vi capiterà di stare sul divano passando da un canale all’altro, evitate accuratamente di cadere nella trappola. Potreste ritrovarvi inguaiate in una match fra Corea del Sud e Costa Rica senza neanche rendervene conto.

DOVE COSA E QUANDO

Se nelle scorse edizioni per tenere il passo con i Mondiali bastava conoscere la risposta a una sola semplice domanda («L’Italia è ancora in gara? Sì/No/Gioca stasera»), ora per gestire programmi estivi, appuntamenti e partner bisogna applicarsi di più sull’argomento. Tenete a mente, per esempio, che molte partite sono previste per il pomeriggio, per via del fuso orario russo: evitate di proporre aperitivi e passate direttamente alla cena. Vi risparmierete i litanici ‘Eh, ma alle 17 inizia la partita!’: conosci il tuo nemico, insomma.

IMPONETE UNA SHORTLIST

Se proprio capite che la situazione vi sta sfuggendo di mano e vi sentite sommerse dalle partite più improbabili, imponete la stesura di una lista di squadre che è lecito seguire: autorizzate il vostro fidanzato ad avere un gruppo di nazionali surrogato. Possono essere tre (massimo quattro) o se siete fortunate una sola. Magari finirete anche voi per appasionarvi alle loro sorti. Se, invece, la vostra relazione vi ha stancato e volete darci un taglio, dichiararsi tifose della Svezia può essere un buono spunto per aspri contenziosi di coppia.

FATEVI I FATTI VOSTRI

In ogni caso, se il calcio vi annoia e il vostro fidanzato è intenzionato a non perdersi neanche un incontro, il consiglio più efficace resta sempre quello: pensate ai fatti vostri per 90 minuti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso