Me Too Times Up

#MeToo

14 Giugno Giu 2018 1119 14 giugno 2018

Sylvester Stallone è indagato per aggressione sessuale a Los Angeles

Secondo la procuratrice Jackie Lacey, il caso sull'attore riguarda un episodio avvenuto negli Anni '90.

  • ...
Sylvester Stallone Indagato Aggressione Sessuale

Spesso, grazie al movimento #MeToo, episodi terribili del passato sono tornati a galla. Molestie, violenze e aggressioni sessuali che sembravano dimenticate oggi diventano fatti di dominio pubblico grazie alle denunce delle vittime che le hanno subite. E a volte, diventano anche elementi fondamentali delle indagini delle varie procure. Un po' come è successo il 14 giugno 2018, quando Jackie Lacey, procuratrice di Los Angeles, ha detto (tramite il suo portavoce) che Sylvester Stallone è indagato per aggressione sessuale. I fatti risalirebbero agli Anni '90 e il nome della presunta vittima è rimasto segreto.

L'episodio riguarda una donna che a novembre 2017 aveva accusato l’attore di Rocky e Rambo di averla aggredita. Un mese dopo, a dicembre, l’avvocato di Stallone, Martin Singer, aveva fatto sapere ai media americani che il suo cliente ha contestato «categoricamente l’accusa ed è chiaro che questa donna ha fatto la denuncia per far pubblicare la sua storia sui media». Ha poi ammesso che Sylvester Stallone aveva una relazione con la presunta vittima durante le riprese in Israele nel 1987, mentre era single. L’avvocato ha inoltre aggiunto che l'attore stava prendendo in considerazione la possibilità di presentare una querela per false dichiarazioni nei confronti della donna.

Non si sa se c'è qualche connessione tra questa storia e quella che è venuta fuori a ottobre 2017, subito dopo lo scandalo Weinstein. In quel caso, Stallone è stato accusato da una 47enne che ha raccontato una vicenda che si sarebbe svolta nel 1986, quando l'attore aveva 40 anni. La ragazzina venne invitata dalla guardia del corpo dell'attore nella sua camera d'albergo, dove i due l'avrebbero costretta a fare sesso a tre. Sui fatti esisterebbe un rapporto della polizia. La portavoce di Stallone ha smentito tutto: «È una storia ridicola, categoricamente falsa. Nessuno l'ha mai sentita fino alla pubblicazione adesso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso