We Can Do It!

Diritti

11 Giugno Giu 2018 1719 11 giugno 2018

Secondo Consob, la legge sulle quote rosa ha avuto un effetto positivo sui Cda

Il 99% delle società quotate in Borsa hanno almeno una donna come consigliera. Ma c'è di più: è cresciuto anche l'interlocking di genere.

  • ...
Consob Quote Rosa Cda Donne

I dati della Relazione per l'anno 2017 della Consob sono, per certi versi, inaspettati. Mai nel 2011, quando entrò in vigore la legge sulle quote rosa nelle società quotate in borsa, si sarebbe mai pensato che solo sei anni dopo il 99% delle società avrebbe avuto almeno una donna nel Consiglio di amministrazione. Certo, non si può considerare una vittoria ma sicuramente è un passo in avanti molto importante per la parità di genere. Giusto per parlare di numeri, sempre nel 2011, prima della legge, almeno una donna sedeva nel Cda di una società quotata in borsa solo nel 52% dei casi: un incremento di benm 47 punti percentuali. Ma i dati della Consob dicono anche qualcosa in più. È cresciuto anche l'interlocking di genere: sempre più di frequente le donne sono andate a ricoprire incarichi nei consigli di più di un'azienda quotata in Borsa (31% contro il 18% del 2013) mentre il fenomeno è in leggero calo per gli uomini. Detto questo, la maggior parte delle imprese italiane quotate ha almeno un amministratore, uomo o donna, interlocker. Eccetto 46 società che non ne hanno, in 76 casi il fenomeno coinvolge un quarto dei membri del Cda, tra il 25 e il 50% in 78 casi e nelle restanti 26 società più della metà del board.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso