8 Giugno Giu 2018 1946 08 giugno 2018

Non Una di Meno ad Asia Argento dopo la morte di Anthony Bourdain: «Non sei sola»

Ci uniamo al messaggio di Non Una di Meno rivolto alla compagna dello chef: «Hai avuto la forza di ribellarti alla violenza maschile. Ora la vita ti lancia una nuova crudele sfida. Ma ci saremo anche tutte noi».

  • ...
Asia Argento Anthony Bourdain

Amava le avventure, il cibo e il buon vino. Aveva un talento che aveva conquistato il mondo e si definiva «un entusiasta», Anthony Bourdain, lo chef che si è tolto la vita in una stanza di albergo a Parigi. Era il compagno di Asia Argento, la donna che tutte dobbiamo ringraziare per il coraggio che ha dimostrato facendo scoppiare lo scandalo Weinstein.
«Anthony ha dato tutto se stesso in tutto quello che ha fatto. Il suo spirito brillante e coraggioso ha toccato e ispirato tante persone e la sua generosità non ha conosciuto limiti. È stato il mio amore, la mia roccia, il mio supporto. Sono più che devastata. I miei pensieri vanno alla sua famiglia. Vi chiederei di rispettare la loro e la mia privacy», ha scritto Asia in un tweet.

IL SUPPORTO AD ASIA PER #METOO

Non è del tutto chiaro in realtà se tra i due ci fosse ancora una relazione. Secondo il Daily Mail Asia è stata vista passeggiare mano nella mano qualche giorno fa a Roma con il giornalista francese Hugo Clement. Sempre secondo il tabloid, la Argento - che aveva iniziato a frequentare Bourdain nel 2017, stava comunque lavorando con Anthony: ha diretto infatti uno degli episodi della serie in onda su Cnn, Parts Unknown, girato a Hong Kong. Bourdain era stato particolarmente vicino all'attrice in pieno apice del movimento #metoo. In un'intervista aveva sottolineato di esserle grato per averle aperto gli occhi sulle molestie sessuali che le donne subiscono in diversi settori, tra cui il suo, quello dell'industria della ristorazione.

Cara Asia, sei tra le donne che hanno affrontato la vergogna e l'isolamento vissuto da chi si mette contro il più...

Geplaatst door Non Una Di Meno - Roma op vrijdag 8 juni 2018

IL SUPPORTO DI NON UNA DI MENO

Il collettivo femminista Non Una di Meno Roma, a fianco di Asia dal 2017 per la battaglia contro le molestie sessuali, ha scritto un post sui suoi canali social per mostrarle vicinanza e farle sapere che non è sola: «Cara Asia, sei tra le donne che hanno affrontato la vergogna e l'isolamento vissuto da chi si mette contro il più forte, hai avuto la forza di ribellarti alla violenza maschile e all'abuso del potere. Sei stata attaccata, offesa, insultata ma sei stata più forte, e hai vinto. Ora la vita ti lancia una nuova, inaspettata, crudele sfida. La tua forza, il tuo coraggio, ti saranno di nuovo accanto. Ma ci saremo anche tutte noi. Non sei sola».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso