Sessismo

Sessismo

5 Giugno Giu 2018 1137 05 giugno 2018

La squadra femminile di canottaggio di Cambridge e il sessismo nello sport

Loro in un ostello, i maschi in un resort a cinque stelle. Qual è il motivo? Intanto gli organizzatori non si sono scusati.

  • ...
Canottaggio Cambridge Sessismo Sport

Quello della squadra femminile di canottaggio di Cambridge potrebbe essere solamente un caso e, invece, se guardiamo bene in giro per il mondo, nello sport c'è molto sessismo. Nel caso delle studentesse dell'università inglese, il problema è stato la disparità di trattamento rispetto ai colleghi maschi durante una regata internazionale a Spalato, in Croazia: loro in un villaggio turistico a cinque stelle, le ragazze in un ostello della gioventù. E, per questo, hanno protestato, rifiutandosi di partecipare alla gara. «La gara femminile viene presentata nello stesso modo di quella maschile. Non possiamo accettare di essere trattate diversamente», ha detto la presidente dell’associazione Cambridge University Boat Club, Daphe Martschenko, al terzo anno di un dottorato e parte dell’equipaggio. Il problema, ha aggiunto Ashton Brown, presidente del Boat Club nel 2017, non è il lusso dell’albergo: «Vogliamo semplicemente ciò che viene dato agli uomini. Se gli uomini vanno in campeggio, allora tutti in campeggio, ma non esiste che loro siano ospitati in un resort a cinque stelle e noi in un ostello».

Secondo gli organizzatori, l'alloggio è sì un problema ma non altrettanto importante come la sostenibilità della gara. «È chiaro che gli alloggi sono un problema ma la regata non fa soldi e sopravvive perché i partecipanti contribuiscono a renderla ogni anno un evento migliore. Voi avete rinunciato decidendo di concentrare tutto sull’albergo», ha detto Luka Grubor, ex vogatore di Oxford che nel 2000 ha vinto la medaglia d’oro alle olimpiadi di Sydney. Quindi, qual è il punto? E se ci fosse stato un caso simile a parti invertite? Ma soprattutto, perché la squadra maschile non ha proposto di trovare una situazione simile a quello delle colleghe?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso