Me Too Times Up

#MeToo

1 Giugno Giu 2018 1650 01 giugno 2018

Lo chef Mario Batali è di nuovo sotto accusa per molestie sessuali

Dopo le prime denunce del dicembre 2017, la polizia di New York ha fatto sapere che l'ex collega di Joe Bastianich è ufficialmente indagato. 

  • ...
Molestie Sessuali Mario Batali

A cinque mesi di distanza dalle prime accuse ricevute, continuano ad alzarsi voci contro Mario Batali, uno dei più famosi chef d’America e, ormai, ex socio in affari di Joe Bastianich. Batali, che a fine 2017 era stato travolto dall’ondata di rivelazioni post #MeToo, è ora passato dalla denuncia mediatica a quella in tribunale. Come ha annunciato il programma di CBS 60 Minutes, infatti, il dipartimento di polizia di New York sta indagando contro l’ex star di The Chew. Dopo i primi quattro casi emersi, sette altre persone si sono fatte avanti per raccontare le loro tristi esperienze con il co-fondatore del Batali & Bastianich Hospitality Group, che sarebbe responsabile di palpeggiamenti e presunte aggressioni sessuali a danno di fan e dipendenti. Il sito Eater New York, che per primo ne aveva dato notizia a dicembre 2017, ha raccolto diverse testimonianze di donne coinvolte, mentre Batali ha da tempo riconosciuto la sua effettiva colpevolezza: «Chiedo scusa a chi ho trattato male e ferito, anche se l'identità delle persone che mi hanno denunciato non mi sono state rivelate, la maggior parte dei comportamenti descritti rispecchiano i modi in cui ho agito. È stato un comportamento sbagliato», ha aggiunto, «e non ci sono scuse. Mi prendo tutte le responsabilità e chiedo scusa per il dolore e l'umiliazione che ho causato»

I CASI DI AGGRESSIONE

I due casi più gravi vedrebbero coinvolte due dipendenti di Batali, che prima di lasciare il B&B Hospitality Group aveva sotto di sé circa 50 ristoranti in tutto il mondo. La prima donna, che è voluta restare anonima, ha raccontato a 60 Minutes che nel 2005 si risvegliò dopo una festa al ristorante Spotted Pig con «una ferita molto profonda alla gamba» e quello che sembrava sperma sulla gonna. Dopo essersi recata al pronto soccorso decise, allora, di non compilare la denuncia alla polizia. Dell’anno prima, invece, un episodio molto simile, emerso solamente a marzo 2018. Anche in questo caso la presunta vittima sarebbe stata drogata da Batali, che approfittò del suo stato di incoscienza per violentarla.

LE MOLESTIE SESSUALI ALLE FAN

In parallelo, sullo chef pendono sempre più accuse di molestie verbali e palpeggiamenti, episodi accumulati dalla metà degli Novanta a ottobre 2017. Sara Watson, che era sua fan, ha raccontato di averlo incontrato nel gennaio 2016, occasione in cui gli chiese una foto. In quella circostanza, come ha riportato Eater NY, lo chef fece un commento sul volerle praticare del sesso orale, palpeggiandola nelle parti intime. Le medesime dinamiche che hanno ricordato tutte le donne che l’hanno accusato sinora.

L'ALLONTANAMENTO DI JOE BASTIANICH, L'EX SOCIO DI MARIO BATALI

Prima di eventuali futuri risvolti giudiziari, Batali sta pagando il prezzo delle sue azioni soprattutto in termini di immagine. In un comunicato rilasciato dallo chef e dal Bastianich Hospitality Group è stato ribadito il suo allonamento dalla società creata con Joe Bastianich, che sarà effettivo e completo dal primo luglio 2018. La compagnia ha poi tenuto a precisare di aver una policy contro le molestie sessuali da oltre dieci anni: sta quindi tentando in tutti i modi di allontanarsi dal suo co-fondatore. Per farsi un'idea di quanto fosse conosciuto Batali negli Stati Uniti, basti pensare che fu lui, nel 2016, a occuparsi della cena di Stato tenutasi alla Casa Bianca in occasione della visita di Matteo Renzi a Barack Obama.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso