23 Maggio Mag 2018 1526 23 maggio 2018

Anche l'uomo è entrato negli studi di genere

I ricercatori si sono quasi sempre concentrati sulle donne ma dal 2019 ci sarà spazio anche per il primo master in 'Masculity studies'. La domanda che sorge spontanea è: perché si è aspettato così tanto?

  • ...
Studi Genere Uomo

Sembra strano ma negli studi di genere si parla più di donne che di uomini. Ovviamente non è una consuetudine che si ripete in ogni settore ma è comunque un dato interessante. Allo stesso tempo è difficile dire se siamo di fronte a un episodio di 'sessismo al contrario' ma di sicuro siamo piuttosto lontani dal concetto di uguaglianza e di parità. Da sempre, infatti, i ricercatori e gli accademici sono sempre stati più focalizzati sulle donne che sui maschi. Tanto che, come scrive Le Monde, il primo master in 'Masculinity studies' partirà nel 2019 alla Stony Brook University di Long Island, a New York.

PERCHÉ PROPRIO NEW YORK?

La scelta della sede del master non è casuale, visto che, nel 2013, la struttura ha creato il Centro dello studio degli uomini e della mascolinità. Così come non è un caso che si parli di studi di genere negli Stati Uniti, visto che, negli Anni '70, nacquero i 'Women's studies', oggi insegnati in centinaia di atenei.

GLI STUDI DI GENERE IN FRANCIA

In Franciam la situazione è molto diversa. Quasi 50 anni dopo la creazione del Centro per gli Studi della donna e Studi di genere, con sede all'Università Paris-VIII-Vincennes, nel 1974, grazie allo scrittore Hélène Cixous, la questione della 'mascolinità' sta emergendo soltanto nel 2018 nell'ateneo. Il sociologo Eric Fassin ha spiegato che «gli studi sugli uomini sono stati a lungo caratterizzati da una sorprendente invisibilità. Il lavoro nella prospettiva degli studi di genere si è concentrato inizialmente sulle donne e sulle questioni socioculturali della femminilità». Il primo segno tangibile della presenza maschile in ambito accademico, si è avuto però nel 2013, quando l'Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales ha ospitato la prima conferenza internazionale 'Les masculinités au prisme de l’hégémonie', alla quale ha fatto seguito un seminario dal titolo 'Approches critiques des masculinités' organizzato da Gianfranco Rebucini, Florian Vörös e Mélanie Gourarier.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso