14 Marzo Mar 2018 1940 14 marzo 2018

Le tristi parole di Elisa Isoardi: «Sto nell'ombra per Salvini»

La conduttrice ha espresso un concetto degno di 60 anni fa. In barba a tutte le lotte femministe per la parità di genere.

  • ...
Elisa Isoardi Matteo Salvini Ombra

Non fai in tempo a riconoscere a Matteo Salvini di aver portato il numero delle parlamentari della Lega da 5 a 68, che subito la sua compagna Elisa Isoardi ti fa rimettere tutto in prospettiva con una dichiarazione che ci riporta subito in zona tinello: «Una donna, per quanto in vista, deve sempre dare luce al suo uomo. E la luce, il sostegno, la vicinanza spesso si danno arretrando. Stando nell'ombra».

DOVREBBE ESSERE UN MODELLO

E sì, davvero un bel messaggio da far passare in un periodo dove tante donne non fanno altro che lottare per vedersi riconosciuta una parità di genere che, forse in Italia più che in altri Paesi, stenta ancora a esserci riconosciuta. Le parole di Elisa Isoardi a Oggi sono tutto ciò che non vorremmo sentire da una donna che a modo suo ce l'ha fatta, che è una presenza fissa del piccolo schermo e che, proprio per questo motivo, dovrebbe pensare due volte prima di dire alle donne di chinare il capo e stare zitte e mute per lasciare spazio al loro uomo.

FORSE SALVINI BRILLA TROPPO POCO

Forse Isoardi farebbe bene a dare un'occhiata all'ultima puntata di Storie maledette, dove Franca Leosini ha dato a Sabrina Misseri una bella lezione di femminismo. Non pensavamo che l'espressione «sentimentalmente genuflessa» potesse applicarsi anche a una conduttrice con una lunga carriera come la sua e che in video si mostra sempre professionale e sicura di sé. E se le parole di Franca Leosini non dovessero essere sufficienti ad aprire gli occhi a Elisa, le consigliamo di volgere lo sguardo oltreoceano e studiarsi gli otto anni di presidenza Obama. Durante la quale Michelle fece di tutto per ritagliarsi un ruolo da first lady sotto i riflettori, senza timore alcuno di fare ombra al marito, anzi. Perché, altrimenti, due ipotesi ci vengono in mente: la prima è che Elisa non si reputi all'altezza, ma non ci convince; la seconda, invece, che la stella politica di Matteo Salvini non sia poi così brillante. In un caso o nell'altro, un appello ad Elisa Isoardi: ricordati delle battaglie che le donne hanno combattuto per un posto alla pari nella società. E onorale come meritano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso