Scandalo Weinstein

Scandalo Weinstein

19 Febbraio Feb 2018 1949 19 febbraio 2018

Scandalo Weinstein, ora il produttore rischia il processo

La denuncia di un'attrice e modella italiana prosegue il suo cammino verso l'aula di tribunale. Grazie anche a una legge che permette alle altre donne molestate di testimoniare.

  • ...
Harvey Weinstein Processo

Il caso Weinstein non è più sotto i riflettori, ma non per questo la macchina della giustizia rimane ferma. Non è caduta nel vuoto, stavolta, la denuncia di stupro di un'attrice e modella italiana, ancora senza nome, contro Harvey Weinstein. Come riporta l'Ansa, la polizia di Los Angeles ha girato il materiale raccolto sul caso alla procura della contea. A quest'ultima istituzione spetta la decisione sul procedere o meno al rinvio a giudizio per il produttore cinematografico.

TRE TESTIMONI

A differenza di molti altri casi, la polizia è convinta che la denuncia dell'attrice italiana possa evolversi in una causa giudiziaria perché la donna avrebbe raccontato la vicenda a tre testimoni immediatamente dopo i fatti: in teoria, tutto sarebbe avvenuto nel febbraio 2013 durante il Los Angeles Italian Film, Fashion and Art Fest. Weinstein, non invitato, si sarebbe presentato nell'hotel dove alloggiava la donna, e l'avrebbe violentata nel bagno della sua stanza.

ENTRANO IN GIOCO LE ALTRE VITTIME

Ma anche la nuova legislazione della California ha dato un impulso non indifferente: infatti, da ora in poi nei casi di violenze sessuali anche le testimonianze di altre donne molestate dall'imputato potranno essere ammesse in aula, anche se non hanno mai prodotto un'incriminazione. E di donne molestate da Weinstein ce ne sono a decine. Non più la parola di uno contro la parola dell'altro, ma la parola di tante contro uno. Se effettivamente si dovesse andare a processo, si prospetta un procedimento che potrebbe diventare il processo del secolo, con decine di star sul banco dei testimoni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso