Me Too Times Up

#MeToo

21 Dicembre Dic 2017 1730 21 dicembre 2017 Aggiornato il 25 gennaio 2018

Ginnastica, scandalo abusi: le cose da sapere

Simone Biles racconta di essere stata anche lei tra le vittime del medico della nazionale Larry Nassar.

  • ...
Ginnastica Artistica Scandalo Abusi Simone Biles

Lo scandalo abusi che ha colpito il mondo della ginnastica artistica statunitense trova una nuova voce: quella di Simone Biles. La ginnasta protagonista delle Olimpiadi di Rio ha condiviso su Twitter un post in cui ha raccontato di essere anche lei tra le vittime dell'ex medico della nazionale, Larry Nassar, condannato a 175 anni di reclusione il 24 gennaio 2018 dal giudice Rosemarie Aquilina. «Sono anche io una delle tante vittime degli abusi sessuali di Larry Nassar», ha scritto nel tweet. E ha proseguito: «Ci sono molti motivi per cui finora sono stata riluttante nel condividere la mia storia, ma ora so che non è colpa mia [...] So che questa orribile esperienza non definisce chi sono. Sono molto più di questo. Sono unica, talentuosa, intelligente, motivata e appassionata [...] Non lascerò che un uomo, egli altri che l'hanno autorizzato, mi derubino della mia passione e della mia gioia».

IL CASO MARONEY

Prima di Biles, a trovare il coraggio di parlare era stata McKayla Maroney, oro e argento olimpici a Londra 2012, che aveva rivelato come la federazione le avesse in passato chiesto di non denunciare le molestie sessuali subite dall'allenatore Larry Nassar, cominciate quando lei aveva appena 13 anni e proseguite fino al termine della sua carriera. La cifra pagata a Maroney, secondo il suo avvocato, ammonterebbe a un milione e 250 mila dollari; risarcimento che la ginnasta avrebbe accettato solo perché bisognosa di cure psicologiche in seguito al trauma subito.

IL CASO LARRY NASSAR

Lo scandalo molestie nel mondo della ginnastica Usa è scoppiato ben prima di quello che ha coinvolto Harvey Weinstein e il mondo di Hollywood, precisamente nel settembre 2016, quando le accuse di abusi sessuali nei confronti di Larry Nassar sono state rese pubbliche per la prima volta. Larry Nassar è un ex medico della federazione di ginnastica statunitense, licenziato nel 2015 dopo le insistenze di alcuni atleti. La prima ginnasta ad accusarlo è stata Rachael Denhollander, a cui poi si sono aggiunte Jamie Dantzscher, Jeanette Antolin, McKayla Maroney, Aly Raisman e Gabby Douglas.

LE VITTIME DI NASSAR

In un primo momento Nassar aveva respinto le accuse. Nel luglio 2017, però, un tribunale l'ha condannato a 60 anni di carcere per il possesso di materiale pedopornografico. Nel novembre dello stesso anno, Nassar si è dichiarato colpevole anche in merito a sette casi di abusi sessuali. Come riporta la Repubblica, le vittime di Nassar sarebbero almeno 140.

IL SILENZIO DELLA FEDERAZIONE

Come si evince dalla nuova dichiarazione di Maroney, la federazione era al corrente degli abusi di Nassar. All'epoca delle denunce, però, i vertici avevano preferito coprire il medico, chiedendo alle atlete di non accusarlo pubblicamente. Dopo quanto emerso, nel marzo 2017 il presidente della federazione Steve Penny si era dimesso, con l'accusa di aver voluto insabbiare le denunce.

ABUSI ENDEMICI

Il caso di Nassar non è l'unico nel mondo della ginnastica statunitense. Il caso è effettivamente scoppiato nel dicembre 2016 in seguito a una lunga inchiesta dell'Indianapolis Star: in un arco di vent'anni, i giornalisti avevano individuato 368 vittime, quasi tutte donne, e un totale di 138 responsabili, tra cui nomi importanti e 'intoccabili' come, ad esempio, Doug Boger, eletto coach dell'anno nel 2009.

I CASI ALL'ESTERO

Lo scandalo molestie non è circoscritto alla nazionale Usa: nell'ottobre 2017 la ex ginnasta Tatiana Gutsu ha raccontato degli abusi subiti all'età di 15 anni dal compagno di squadra dell'Urss Vitalij Sherbo. Nel suo duro atto d'accusa su Facebook, Gutsu punta il dito anche contro i colleghi Tatyana Toropova e Rustam Sharipov, che secondo Gutsu erano al corrente dei fatti denunciati.
Caso più simile a quello degli Usa quello denunciato invece in Canada: l'allenatore della squadra di ginnastica Dave Brubaker è stato infatti accusato di diversi reati sessuali ai danni di atlete. Rilasciato su cauzione, è in attesa del processo, previsto per il febbraio del 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso