Chicche e caffè

6 Agosto Ago 2018 1731 06 agosto 2018

Chi tradisce una volta potrebbe farlo di nuovo

Fidanzarsi con l'uomo di cui sei stata l'amante potrebbe non essere una buona idea. Lui è abituato a ingannare e non è detto che non lo faccia anche con te. 

  • ...
Amante Tradimento Fidanzata

Appuntamento a Milano, aspetto Gaia che ha mezz'ora di ritardo. La vedo arrivare, con un mood a metà tra l'allegro e l’isterico. «Come stai Gaia?», le chiedo. «Da Dio! Gianni mi ha chiesto di diventare la sua compagna e ufficializzare la relazione.». Si accomoda, con l’aria di chi ha vinto una battaglia. Gaia e Gianni si frequentano clandestinamente da tre anni, lei gli sta dietro da tempo e c’è stato un momento in cui avrebbe persino lasciato tutto per fuggire con lui. «Come l’ha presa la compagnia?», le chiedo. E Gaia non mi risponde, ma ride. «Non sa ancora nulla dato che io non ho intenzione di impegnarmi in una relazione normale con lui. Per carità!». Come cambiano le cose, nel tempo. Quello che ci sembrava un grande amore, oggi può apparirci in modo diverso. I sentimenti si trasformano, e anche noi. Dopo aver perso energie e ore di sonno negli anni dietro a Gianni, ora Gaia rifiuta ciò che da lui ha cercato sempre. «Non voglio il suo amore fasullo. Sai come la penso? Ho aspettato abbastanza. Ormai il sentimento non c’è più». Il lato isterico, che avevo intravisto, inizia a venir fuori. Gaia è arrabbiata. Per tre anni è stata l’amante di Gianni e per rinunciare così, proprio adesso, è probabilmente allo strenuo delle forze. E infatti… «Non lo amo più, cosa vuoi che ti dica. Non mi chiamo Penelope e finalmente anche lui lo capirà!». Sento che si porta dentro del rancore e quella rabbia inespressa di certo non le farà bene. Da un lato, quando subiamo un torto, nutriamo il desiderio di vendicarci; dall’altro l’unica cosa che ci farebbe bene è riconoscere e accettare quel dolore che ci hanno inferto per sbarazzarcene e riprenderci a tempo debito. Vorrei aiutare Gaia a mollare il male che le è stato fatto.

«L’amore da solo in certi casi non basta a portare avanti un rapporto tra amanti»

«Gli hai comunicato la tua decisione, gli hai detto che non vuoi stare con lui?», le chiedo. «No, aspetterà la mia risposta. Ho aspettato per anni questa proposta, lui può restare un po’ in sospeso ora.». Io non mollo: «Gaia se sai già che il tuo è un no, prova a chiudere questa storia. Se senti che tra voi è finita, qual è il senso di lasciarla aperta? Vuoi solo una rivincita?». C’è una pausa. Ci guardiamo negli occhi e arriva il cameriere a prendere l’ordine. «Per me nulla», fa lei. «Neanche per me. Aspettiamo un attimo va bene?», rispondo senza lasciargli grandi alternative. Continuiamo a parlare e, a ogni parola, andiamo più a fondo. Emerge fuori il dispiacere che Gaia ha dentro, perché in fondo lei Gianni lo ha amato davvero. Ma ormai è finita, perché il sentimento da solo in certi casi non basta a portare avanti un rapporto tra amanti. «Avrei voluto più coraggio da parte sua prima, invece si è sempre comportato da vittima. Mi diceva che restava insieme alla compagna per abitudine, che avrebbe voluto lasciarla ma non sapeva come… perché lei era ormai dipendente da lui. E tante altre scuse. Tutte frottole!». Sospira, pausa. «La verità, Lucrezia, è che con uno del genere ho paura di impegnarmi». Sento che siamo arrivate al momento cruciale, quello in cui si comincia a girare intorno alla verità per scoprire l’emozione che si cela sotto tutto questo discorso. «Hai paura che lui tradisca anche te», commento. «Sì, non lo sopporterei. Starei troppo male. Facendo la sua amante, ho capito che mai lo avrei voluto come compagno». E le scende una lacrima, mentre la vedo meno desiderosa di vendetta e meno tesa. La sua rabbia sta iniziando a sciogliersi, come se anche la tristezza trovasse il proprio spazio.

«Non tutte le donne amanti si lasciano imbambolare. Alcune amano davvero. E sono quelle che, a un certo punto, escono dal gioco. Più forti e consapevoli di quando ci sono entrate».

Dicono di osservare sempre le persone che abbiamo accanto e, in particolare, di vedere come si comportano con gli altri, oltre che con noi. Chi ci assicura che un domani non si comporteranno allo stesso modo, anche nei nostri riguardi? E in effetti… «Ha tradito una volta, potrebbe farlo di nuovo. Guarda caso mi aveva raccontato che lei l’aveva conosciuta mentre stava con la sua ex moglie. Me lo diceva per atteggiarsi all’uomo che sa scegliere in amore. Ma a me più che scegliere sembra che lui sostituisca. Ha sempre, e dico sempre, fatto così», conclude Gaia e nel mentre ordina un ghiacciolo insieme al caffè. «Per me invece un ginseng con una pallina di gelato sopra, grazie!». Sdrammatizziamo e poco dopo la saluto, ha il volto più rilassato ora. Riconoscere quale fosse il vero problema l’ha calmata dentro. «Lo vedrò domani e gli dirò che non posso stare con lui come sua compagna. In amore chi ha tradito una volta, può farlo una seconda. E io non voglio rischiare». Non riesco a darle torto. Questo è il suo stato d’animo oggi, e va bene così. Alla faccia di chi dice che le amanti siano succubi e vittime di chi invece tradisce. Non tutte le donne amanti si lasciano imbambolare. Alcune amano davvero e completamente. E sono quelle che, a un certo punto, escono dal gioco. Più forti e consapevoli di quando ci sono entrate. Alla prossima chicca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso