23 Gennaio Gen 2019 0830 23 gennaio 2019

Otto ragioni per preferire le coppette mestruali agli assorbenti

Ad elencarle la giornalista e femminista Sara Kloepfer che ritiene le prime una vera rivoluzione al femminile. Che, nonostante i tabù, si sta diffondendo grazie al passaparola.

  • ...
Vantaggi Coppette Mestruali

È riutilizzabile, quindi eco-friendly, ma anche più economica. Parliamo della coppetta mestruale che, col tempo, guadagna sempre più fan a discapito di assorbenti e tamponi interni. Tra coloro che la utilizzano (e pubblicizzano) c'è la femminista e giornalista Sara Kloepfer, che sulla testata Collective ha elencato quelli che, secondo lei, sono i vantaggi di quella che per molte è una rivoluzione nel mondo dell'igiene intimo femminile. Rivoluzione che la donna ha scoperto e usa fin da quando era adolescente. Certo la diffusione non è stata ancora così capillare, nonostante il 91% dei soggetti che l’hanno provata la consigli alle amiche. A frenare molte ragazze è la sopravvivenza di alcuni tabù. In primis il fatto che per indossarla (e rimuoverla) è importante entrare in grande intimità con la propria vagina. Utilizzo poco intuitivo a parte, ecco la lista dei benefici proposti da Sara.

SONO ECONOMICHE

I prodotti usa e getta, sull’arco di tutto il periodo di vita fertile, comportano una spesa che la coppetta, con un prezzo che si colloca tra i 20 e i 30 euro, ammortizza di gran lunga. Considerando che può durare anche dieci anni e che Paesi come l’America o l’Italia tassano i prodotti sanitari di questo tipo come “non essenziali”, la convenienza è evidente. Secondo molte sarebbe questo il motivo per cui il prodotto non viene pubblicizzato a livello mainstream. Perché vendere un unico prodotto che deve essere sostituito dopo tutti quegli anni se si possono vendere assorbenti usa e getta per lo stesso tempo? Insomma quasi una congiura capitalista.

SONO ECO-FRIENDLY

Come già accennato, gli assorbenti e i tamponi mestruali sono monouso e di materiale sintetico, il che li rende non biodegradabili e quindi fonte di «inquinamento» per oceani e spiagge. Ecco perché la coppetta, essendo riutilizzabile, riduce drasticamente la quantità di rifiuti prodotti durante il ciclo mestruale.

SONO DI LUNGA DURATA

Al contrario delle consuete soluzioni, la coppetta mestruale permette di non dover acquistare ogni mese i prodotti necessari. E non solo, compatibilmente con il proprio flusso, può durare anche per 12 ore, eliminando la necessità di cambiarsi nell'arco della giornata.

SONO COMODE

Secondo la blogger Sara, non c’è paragone in termini di comodità tra la coppetta e gli assorbenti interni ed esterni. Non solo la prima è meno invadente, ma è più confortevole, non si nota e permette di evitare l’estrazione del tampone che fa inorridire molte donne.

SONO PIÙ SICURE PER LA SALUTE VAGINALE

Chiunque ne fa uso, saprà che i tamponi generano secchezza interna, che il cotone può ledere le pareti vaginali e aumentare la predisposizione alle malattie. Spesso, come succede negli Stati Uniti, i produttori non sono tenuti a elencare gli ingredienti degli assorbenti, ciò significa che la presenza di alcune sostanze chimiche, come lattice o plastica (che possono intaccare il PH o procurare altri disturbi) potrebbe non essere segnalata. Questo tipo di materiali però non vengono utilizzati nella produzione delle coppette che, per altro, abbattono drasticamente la probabilità di contrarre la sindrome da shock tossico (TSS): negli unici casi verificati, le due donne non avevano seguito le istruzioni allegate utilizzando il prodotto per più di 12 ore.

SONO UTILI PER FLUSSI PESANTI

Le coppette riescono a contenere fino a cinque volte in più della quantità di liquido assorbita da un tampone. Se messe in modo corretto, non provocano perdite e grazie alla lunga durata, sono ideali per flussi abbondanti.

SONO FACILI DA MANTENERE

I produttori consigliano di sterilizzare la coppetta tra un periodo di ciclo e un altro, immergendola in acqua bollente, mentre è sufficiente sciacquarla al momento del cambio. In luoghi come bagni pubblici le salviette per neonati sono valide sostitute all’acqua. Per chi preferisce usare il lubrificante al momento dell’inserimento, la raccomandazione è quella di sceglierlo a base di silicone così da non rovinare il materiale di produzione.

SONO UN BUON MODO PER CONOSCERE IL PROPRIO CORPO

Usando le coppette è più facile rendersi conto se qualcosa nel ciclo non funziona. Come il colore o la consistenza che sono indici dello stato di salute della vagina. Con la quale si può costruire un rapporto di maggior familiarità grazie alle operazioni di inserimento ed estrazione della stessa coppetta.

COME SCEGLIERE LA COPPETTA GIUSTA?

I tipi di coppette in commercio sono numerosi. Per la scelta può risultare poco intuitiva. Puntate tutto sulla soluzione più comoda, anche se non è quella più funzionale al trattenimento dei liquidi. Chi fa fatica a rimuovere il prodotto dovrebbe, per esempio, optare per i modelli più morbidi o dotati di cordoncino. Quelli più rigidi, invece, sono più adatti a chi ha pareti vaginali più strette o pratica sport come il Pilates o lo Yoga che richiedono un impegno dei muscoli pelvici. E se tramite indicatori tipo statura, pesantezza del flusso e l’aver o meno partorito, non riuscite a risalire alla 'taglia' che vi serve potete optare per una sorta di autovalutazione (inserendo nella vagina un dito per verificare l'altezza della cervice) o rivolgervi al vostro ginecologo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso