11 Dicembre Dic 2018 1828 11 dicembre 2018

Viva la vulva è lo spot femminista che manca all'Italia

Libresse, azienda danese produttrice di assorbenti, realizza un video diventato virale sul web per la sua naturalezza. Perché non esistono donne e corpi perfetta. 

  • ...
Viva La Vulva Spot Femminista Danimarca

Negli spot italiani la vagina è ancora un tabù. Basta dare un'occhiata alle protagoniste femminili che pubblicizzano gli assorbenti nel nostro Paese per imbattersi in ragazze che fanno la ruota, sorridono incuranti di fronte al dolore oppure cambiandosi all'interno di un un camper.

UN VIDEO CHE HA CONQUISTATO LE FEMMINISTE

In Danimarca, invece, la vedono diversamente e optano per una rappresentazione di tutt'altro genere. La marca di assorbenti Libresse, in tal senso, ha deciso di invertire la rotta. Lo ha fatto lanciando lo slogan “viva la vulva”, con un video destinato a diventare virale e che ha catturato l’attenzione delle femministe di tutto il mondo.

Nel Nord-Europa, si sa, sono da sempre molto attenti a valorizzare una comunicazione corretta sulla donna e sulla femminilità. Lo spot in questione si occupa di solidarietà, di scoperta del corpo, di identità. E di bellezza nella differenza uomo-donna.

NON ESISTONO DONNE E CORPI PERFETTI

«Qual è una vagina perfetta? Esiste una vagina perfetta?», si chiedono alcune delle donne intervistate al termine del video. È così che lo spot aziendale diventa un inno alla diversità al superamento dei canoni estetici di bellezza.Non esiste una donna perfetta, un corpo perfetto, un solo canone. Per questo diventa trasversale, unendo donne di diverse fasce d’età, esigenze e provenienza culturale. Non a caso lo spot si chiude con le parole «live fearless», vale a dire vivi senza timori, con coraggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso