4 Ottobre Ott 2017 0900 04 ottobre 2017 Aggiornato il 04 ottobre 2018

Tumore al seno: le star che hanno sconfitto il cancro

Ottobre è il mese della prevenzione. E sono tante le celebrità che hanno scelto di parlare pubblicamente della loro battaglia: da Anastacia a Monica Guerritore.

  • ...
Tumore al seno: le celebrità che lo hanno vinto

La possibilità di guarigione è in aumento, ma negli ultimi cinque anni l'incidenza del tumore al seno è aumentata del 15%. Per questo il mese della prevenzione, ottobre, è più ricco di eventi che mai in tutta Italia: dagli screening gratuiti allo shopping solidale. L'incidenza di questa patologia è purtroppo molto alta, con 135 diagnosi in media al giorno. E parlarne è fondamentale, per far sentire le donne meno sole. Lo hanno fatto senza paura tante star, come l'attrice Julia Louis-Dreyfus che nel 2017, aveva appena finito di festeggiare la vittoria dell’Emmy per la serie Veep quando le è arrivata la notizia: un tumore alla mammella. «Una donna su otto si ammala di cancro al seno. Oggi, sono io quella donna», aveva scritto su Twitter.

Una patologia che non guarda in faccia a nessuno. Nemmeno alle celebrità. Tanto che Angelina Jolie nel 2014 ha giocato di anticipo e si è sottoposta a una mastectomia preventiva. Una scelta che aveva fatto discutere, ma che ha riacceso i riflettori sul problema e soprattutto sul tema della prevenzione. Prevenzione che le stesse celebrità colpite dalla malattia sponsorizzano. C'è chi, come Cynthia Nixon, ha preferito parlarne solo una volta guarita del tutto e chi, invece, ha documentato le terapie momento per momento. Tutte, però, sono unite nel dire quanto i controlli siano un'arma necessaria contro questo male.

«Ciò che è bello del cancro è il fatto che ti distrugge e ti ricostruisce».

Shannen Doherty

Tra i casi più noti c’è quello dell’indimenticata Brenda di Beverly Hills 90210. Shannen Doherty da maggio 2017 è tornata a sorridere dopo due anni di lotte feroci perché il tumore le era stato diagnosticato tardi. A sostenerla il marito Kurt Iswarienko, sempre al suo fianco. «Ciò che è bello, difficile e interessante del cancro sia il fatto che ti distrugge e ti ricostruisce». Un percorso che ha voluto condividere su Instagram, senza nascondere il dolore, la fatica, la perdita dei capelli e quello che lei chiama ‘Il gioco dell’attesa’. «Penso che chi affronta un cancro sia sempre in attesa, in qualche modo. Per quelli che ci stanno passando… Aspetto insieme a voi», ha spiegato parlando della malattia. Il 2 ottobre Shannen ha parlato di nuovo di prevenzione su Instagram: «La scorsa settimana sono andata a fare la mia mammografia. Per quanto possa spaventare, allo stesso tempo è anche confortante avere un quadro chiaro della situazione. La diagnosi precoce è fondamentale. Non rimandate i controlli!».

«Le cicatrici sono parte del mio viaggio».

Anastacia

Anche Anastacia ha deciso di non nascondersi. Nel 2003 la scoperta della malattia. Poi nel 2013, quando pensava di esserselo lasciato alle spalle, il tumore al seno è tornato e si è sottoposta a una doppia mastectomia. Non solo: ha deciso di posare nuda per Fault Magazine, per mostrare al mondo le sue cicatrici. «Sono parte del mio viaggio e il modo per ricordare tutto quello che ho passato», ha detto.

«Occorre guardare in faccia la malattia».

Rosanna Banfi

Rosanna Banfi, figlia di Lino, non si è spogliata, ma dopo aver vinto la battaglia contro il cancro è diventata la madrina dell’associazione Komen Italia. «La prevenzione è tutto. Occorre guardare in faccia la malattia. Il tumore al seno è curabile, a patto di affrontarlo il prima possibile. Molte donne invece arrivano a far sanguinare il seno prima di curarsi», ha raccontato Rosanna a LetteraDonna.

«Unitevi a me nella battaglia al cancro!».

Sheryl Crow

A risparmiare Sheryl Crow dalla chemioterapia, invece, è stata una diagnosi precoce. Grazie a questo le sono bastate un'operazione e le seguenti sedute di radiazioni e agopuntura. La cantante è stata testimonial della campagna organizzata da Polo Ralph Lauren #pinkpony.

«La natura ti fornisce una forza inaspettata».

Monica Guerritore

Come per la Crow, anche per Monica Guerritore il fatto che la notizia fosse arrivata tempestivamente ha significato evitare la chemioterapia. Ma quando le è stata data la notizia l'attrice è stata presa dal panico. «Come l'ho affrontato? Ho scoperto che di fronte a una grande paura, la natura ti fornisce di una forza inaspettata: a me è successo, e mi ha aiutato a superare quel momento e tutto quello che dopo è venuto dopo», ha dichiarato.

«La vita non è un filo dritto, ci sono curve, alti e bassi».

Kylie Minogue

Era in giro per il mondo con il suo Showgirl Tour quando Kylie Minogue ha annunciato di essere malata. Sono serviti una chemioterapia e una mastectomia parziale per far regredire il tumore. Alla fine però ha vinto lei e ora consiglia a tutte di sottoporsi ai controlli anche due volte all'anno. Perché non sono mai troppi. «La vita non è un filo diritto, ci sono curve, alti e bassi, cose più interessanti e cose meno, basta solo sorridere alla vita e amare la gente più che si può».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso