Sessismo

Sessismo

11 Aprile Apr 2019 1238 11 aprile 2019

Il profilo Instagram che mette in mostra i Leoni da tastiera

Sui social proliferano commenti offensivi e oltre i limiti della molestia. Una pagina li raccoglie. E dietro l'iniziativa c'è un ragazzo di 17 anni.

  • ...
Leoni Da Tastiera Instagram

«Dovresti fare la raccolta differenziata, plastica e carne non stanno bene insieme», «Pora Italia guarda come ti conci sembri un africana sbarcata a Lampedusa» «Dite a Taylor di fare due squat, c'ha il culo che è un budino», «Visto che sono diventato uno dei tuoi fan pi attivi... se ci vediamo me le esci?». Sgrammaticati, offensivi, irrispettosi, basta farsi un giro sui social per incontrare migliaia di commenti di questo tono sotto le foto pubblicate da soubrette, influencer, donne di spettacolo. Si va dall'hate-speech semplice allo slut shaming esplicito, dal body shaming mirato alla molestia sessuale. Ora c'è un profilo Instagram che li raccoglie. Si chiama Leoni da tastiera, è nato nel luglio del 2018 e in meno di un anno ha già raggiunto 87,4 mila follower. Ci ha incuriosito e abbiamo provato a parlare con i suoi amministratori, rimanendo sorpresi. Dietro Leoni da tastiera, infatti, ci sono due giovanissimi maschi. Silla, studente di 17 anni, e il cugino sedicenne. «Un tempo anche io pensavo fosse un gioco divertente», racconta Silla a LetteraDonna, «Avevo 13, 14 anni ed ero nuovo sui social. Poi però ho capito».

DOMANDA: Come mai avete deciso di raccogliere i commenti peggiori dei social in un profilo Instagram?
RISPOSTA:
Principalmente per fare della nostra pagina una vetrina di offese esplicite prevalentemente verso il genere femminile. Questo per evidenziare quanto i leoni o maniaci da tastiera pullulino sui social ogni giorno.

Perché il nome "leoni da tastiera"?
Perché rispecchia ciò che questi commentatori compiono nascondendosi dietro il loro smartphone, chi ci mette il vero profilo e chi preferisce farlo con un account fake.

Perché pensi ci sia bisogno di un progetto come il vostro?
In realtà non lo riteniamo un vero e proprio progetto, più qualcosa per far capire alla gente quanti 'leoni da tastiera' ci siano in giro che insultano costantemente influencer e vip, ma in un futuro speriamo di creare un vero e proprio progetto che partirà da qui.

In che modo?
Non saprei, per questo attendo di essere contattato online magari da persone che gestiscono campagne di sensibilizzazione. Per poter creare qualcosa con loro.

Siete attivi da neanche un anno ma avete già un nutrito gruppo di follower. Come ci siete riusciti?
Siamo arrivati fin qui grazie all'aiuto di molte pagine amiche e collaboratori, che hanno creduto in noi fin dall'inizio, in particolare @12annienonsentirli_official.

Pensi che tutti abbiano capito il senso dell'iniziativa?
Assolutamente no, molti purtroppo ci seguono solo per appoggiare il leone da tastiera e farsi una bella risata...

A giudicare da alcuni commenti anche sotto i vostri post, sembra proprio che per alcuni non ci sia speranza di recupero.
Esatto, purtroppo per alcuni non si può fare proprio nulla. Finché saranno dietro a un cellulare si sentiranno protetti e al sicuro.

Non hai paura che commenti che a loro volta fanno body shaming e slut shaming sotto i vostri post rischino di far perdere di vista il senso del progetto?
Purtroppo sì. Ma anche senza di noi i commenti resterebbero sempre esposti lì, a volte al primo posto nella sezione commenti con una marea di like. L'unico modo è filtrare i commenti per censurare determinate frasi offensive.

Pensi che ci sia bisogno di una più profonda educazione digitale?
Sì. Magari anche affrontando discorsi di cyber bullismo a scuola, per accrescere la sensibilità sul tema.

Secondo te perché la gente sente il bisogno di dedicare una parte del proprio tempo a insultare le donne sui social facendo body shaming, slut shaming e molestia sessuale verbale?
Per vari motivi: dall'invidia per il vip in questione, che si trasforma poi in odio, al solo divertimento nell'insultare e aspettare che succeda qualcosa (come una risposta o qualche like al commento) senza tener presente che sta offendendo una persona.

Non pensi che sia anche un discorso di scarsa educazione a una sessualità corretta e non abusante?
Sì, anche e questo trova conferma nei commenti che alludono sempre a organi riproduttivi femminili, o esplicitare il fatto di voler avere rapporti sessuali col vip in questione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso