25 Maggio Mag 2018 1635 25 maggio 2018

La flat tax conviene alle donne lavoratrici?

Risposta breve: pare proprio di no. Risposta lunga: rischia di discriminare le coppie sposate. E quindi di discriminare il lavoro femminile.

  • ...
Flat Tax Conviene Donne

Sapevamo già che la questione femminile non era al centro delle preoccupazioni di Lega e Movimento 5 Stelle. Non potevamo immaginare, però, che con alcuni provvedimenti rischiassero di peggiorare ulteriormente la situazione. La tanto sbandierata flat tax, che prevede un taglio delle tasse e che finirebbe per far pagare qualcosa in meno ai meno abbienti e molto, molto, molto meno ai più ricchi, infatti, potrebbe avere effetti a dir poco deleteri sul lavoro femminile. La cui situazione di partenza, in Italia, non è certo la migliore possibile.

UN PO' DI CALCOLI

Come spiega il Corriere della Sera, le due aliquote dovrebbero essere applicate alla somma dei redditi familiari, e non sui singoli imponibili com'era stato finora. Che cosa succede, dunque? Succede che, calcoli alla mano, si finisce per pagare di più. E se i due redditi, sommati, sforano gli 80 mila euro, peggio ancora: perché scatterebbe l'aliquota al 20%. Altri soldi da pagare. Lavorare in coppia, insomma, converrebbe di meno. Poniamo che una singola persona guadagni 60 mila euro: pagherebbe complessivamente meno tasse di due persone che guadagnano, a testa, 30 mila euro.

MISURE DISCRIMINATORIE

Come se non bastasse, c'è anche chi sostiene che un funzionamento del genere finirebbe per essere anticostituzionale. Le coppie sposate, infatti, sarebbero discriminate, mentre i single e le coppie non sposate verrebbero favoriti. Nonostante Lega e M5S vadano ripetendo da tempo di voler aiutare le famiglie. In questo modo, invece, il lavoro femminile rischia di essere penalizzato: e visto quasi come un impiccio, un di più che fa scattare un peso fiscale maggiore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso