Specchio, specchio

9 Ottobre Ott 2019 1811 09 ottobre 2019

I consigli per curare i capelli in autunno

Stagione complicata per la nostra testa, che arriva stressata dall'estate e soffre la carenza di luce. Consigli e prodotti per limitare gli effetti negativi.

  • ...
Capelli Consigli Autunno

L’autunno è una stagione difficile per i capelli. Anzitutto mostrano gli effetti degli ‘strapazzi’ estivi, dei raggi UV in primis, che li hanno resi più aridi e fragili, quindi opachi, stopposi, in più ne hanno sbiadito il colore. Senza dimenticare che, seguendo i ritmi della natura, come accade agli animali, per i quali questo è il periodo della muta, anche negli umani tra ottobre e novembre si accentua la caduta dei capelli. Un fatto che non deve allarmare, ma che va tenuto sotto controllo. Insomma, per attraversare l’autunno… a testa alta, adesso è il momento di prestare qualche cura e attenzione speciale alle nostre chiome (nella gallery, trovate una selezione di novità ad hoc).

STOP ALLA CADUTA

Perdere dai 40 ai 120 capelli al giorno è un fenomeno del tutto fisiologico, soprattutto in questa stagione. Secondo studi recenti, sembra che la causa principale sia la riduzione delle ore di luce, che influisce sugli ormoni. Anche l’esposizione prolungata ai raggi solari indebolisce il bulbo pilifero (l’effetto non è immediato, ma a distanza di uno o due mesi). In ogni caso, potete frenare la caduta con lozioni o integratori specifici, (meglio ancora se abbinati), a base di principi attivi mirati a rinforzare i follicoli, come alcuni aminoacidi, la taurina, le vitamine H (biotina) e D, ai quali, da qualche
mese, si è aggiunto l’estratto procianidico di mela annurca campana, in grado sia di ridurre i tempi tra la fase di riposo del bulbo (telogen) e quella di crescita (anagen) sia di aumentare la produzione di cheratina, rendendo il capello più consistente.

CONTRO L’ARIDITÀ

La disidratazione è l’effetto più evidente dei danni provocati ai capelli dalle aggressioni esterne. Per rimediare, non resta che intervenire direttamente sul fusto con prodotti capaci di irrobustirne la struttura e riparare le parti sciupate. Le formule più efficaci contengono elevate percentuali di cheratina (sostanza di cui è costituito il capello), calcio e aminoacidi, dal forte potere ristrutturante. Sono molto utilizzati anche gli oli vegetali dalle proprietà nutrienti, in particolare quelli di cocco e di jojoba, seguiti dal burro di karité.

NO AI CAPELLI OPACHI

Quando il capello è nutrito e il fusto è intatto riflette le luce in modo ottimale e si accende di riflessi, che possono essere accentuati da appositi booster all’acido ialuronico (migliora l’aderenza delle squame di cheratina) e proteine vegetali (avvolge il capello in un film invisibile che lo protegge e lo rende perfettamente liscio e di conseguenza con un notevole potere riflettente).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso