29 Luglio Lug 2019 1815 29 luglio 2019

Gwyneth Paltrow non teme le zampe di gallina

Durante un podcast sul blog Goop, ha detto che non ha paura di invecchiare. Al contrario: «Ti senti sempre meno critica verso il tuo corpo, i valori veri diventano più chiari».

  • ...
Gwyneth Paltrow Invecchiare Bellezza

Da qualche anno Gwyneth Paltrow dispensa su Goop, sito dedicato al benessere da lei stessa fondato, i consigli più disparati: lo ha usato come piattaforma per dare dritte contro la depressione, per dichiarare il suo amore per i sex toys e per dire la sua su certe pratiche che, in realtà, possono anche rivelarsi pericolose (vedi la pulizia del colon). Quel che è certo è che grazie al suo blog, seguitissimo da fan e celebrità di Hollywood, l’attrice è diventata ormai una guru della bellezza.

I PREGI DEGLI 'ANTA'

«Ho sempre trovato ci fosse qualcosa di divertente nel mio aspetto. Non mi sono mai piaciuta davvero», ha detto Gwyneth Paltrow durante un podcast su Goop: «Credo che sia molto raro che una persona si ritenga bella, lo vedo anche con le altre donne: non è la prima cosa che pensi guardandoti allo specchio». L’attrice ha spiegato poi di vivere molto più serenamente questo ‘problema’ adesso, a 46 anni, che in passato: «Con il tempo le zampe di gallina non ti fanno più paura». Ma come la mettiamo con Hollywood? È risaputo: dopo una certa età capita spesso che le attrici trovino con meno facilità ruoli al cinema, che vanno a colleghe più giovani. O più vecchie. Nella terra di mezzo degli ‘anta’, Gwyneth Paltrow affronta vita e carriera con estrema serenità. «I cambiamenti fisici non vengono quasi mai accolti bene, ma il processo di invecchiamento è, nel complesso, una bella cosa, che mette in luce la bellezza interiore di ognuno», ha spiegato l’attrice premio Oscar: «Ti senti sempre meno critica verso il tuo corpo, i valori veri diventano più chiari. E questo è molto più difficile quando sei una donna più giovane, alla costante ricerca di compiacere gli altri».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso