Il caso 8 Luglio Lug 2014 1037 08 luglio 2014

Piove e il Nord Italia va sott'acqua

  • ...
milano alluvione

La zona Niguarda di Milano è stata l'epicentro dell'esondazione del Seveso.

Un'estate che sembra autunno e 12 ore di pioggia notturna incessante hanno messo in ginocchio Milano. Autobus e tram con percorsi deviati, traffico paralizzato: l'esondazione del Seveso, avvenuta prima delle 3 di notte del'8 luglio in zona Niguarda e ha mandato in tilt la circolazione in varie zone di Milano.  Alcune vie della città, in particolare nel quartiere Isola, sono completamente allagate e al buio. Protezione civile regionale, Vigili del fuoco e urbani stanno chiudendo al traffico le vie più colpite e sono al lavoro con le pompe idrovore, ma l' operazione è difficoltosa sia per la mancanza di corrente sia per la grande quantità di acqua portata dalle abbondanti piogge che, nella notte, si sono riversate sulla città.
L'area colpita è molto vasta: il punto di origine è la zona Niguarda, questa volta l'acqua si è allargata fino a viale Suzzani, via Cà Granda, viale Sarca, viale Fulvio Testi, invadendo viale Zara, piazza Sondrio, e invadendo il quartiere Isola, dove in particolare sono sott'acqua via Jacopo dal Verme, piazza Segrino, via Lario, piazza Lagosta fino a via Pola, dove l'esondazione si è fermata.
MALTEMPO ANCHE IN VENETO
Ma non c'è solo Milano. La pioggia incessante ha fatto danni in Veneto dove un violento nubifragio si è abbattuto sempre nella serata del 7 luglio sera su gran parte della regione, con una vera bomba d'acqua che ha interessato in particolare il Padovano. La pioggia, accompagnata da forti raffiche di vento, ha causato la caduta di molti alberi, che hanno riguardato anche la linea ferroviaria tra Venezia e Treviso e l'asse vuario tra Padova e Vicenza, causando ritardi.
NUBIFRAGI IN PIEMONTE, LIGURIA E REGGIO EMILIA
Nubifragi sparsi anche in Piemonte, con numerosi interventi dei vigili del fuoco, in particolare in provincia di Torino, Canavese e Pinerolese.  Alberi caduti a Genova nelle aree collinari, strade secondarie interrotte a causa dei rami che intralciano il passaggio e piccoli smottamenti del terreno in zona Righi sulle alture del capoluogo ligure. Una vera bomba d'acqua ha colpito Reggio Emilia provocando danni e allagamenti, ma fortunatamente nessun ferito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso