LIBRI 9 Luglio Lug 2013 2011 09 luglio 2013

Letture per l'estate: gialli, chick lit e manuali furbi

  • ...
lia-celi-2

REBECCA E LA RISCOSSA DELLA CHICK LIT
Nel 2012 Daniela Farnese ha fatto un esordio di tutto rispetto. Il suo Via Chanel N°5 aveva scalato le classifiche. A un anno di distanza, eccone il sequel per le amanti della chick lit. Rebecca, la donna che sogna di essere una moderna Coco in tubino nero, ha finalmente conquistato Étienne ed è pronta a trasferirsi a Parigi e a smettere i panni dell'eterna mademoiselle. Là, ne è sicura, la attende una vita lussuosa, e un lavoro appagante da wedding planner. Ma a volte il destino ci mette lo zampino: una bellezza bruna si riaffaccia nella vita di Étienne e un insistente e bellissimo corteggiatore prende d'assedio Rebecca. L'amore finirà e i due si separeranno per sempre? Niente paura: una Coco che si rispetti non può credere che non esista il lieto fine.
Daniela Farnese, I love Chanel, Newton Compton, euro 9,90.

L'ASSASSINO NON È SEMPRE IL MAGGIORDOMO
La pricipessa Alexandrina si ritrova senza un soldo dopo la morte del padre. Per fortuna la regina Vittoria decide di concederle un appartamento nel palazzo di Hampton Court, dove si ritirano vedove di ufficiali e aristocratici decaduti. Anche se Hampton Court è infestato dai fantasmi, la vita per Alexandrina e la sua governante Pooki non è poi così male e la principessa fa nuove amicizie. Come le tre vedove che la invitano al tradizionale picnic di Pasqua dei residenti di Hampton Court. Ma quando il generale Bagshot muore all’improvviso dopo aver assaggiato il pasticcio di piccione cucinato da Pooki, e nel suo corpo vengono ritrovate tracce di arsenico, la governante viene accusata di omicidio. Alexandrina comincia a indagare…
Julia Stuart, Il mistero dei giardini di Hampton Court, Corbaccio, 18,60 euro.

LA RIEDUCAZIONE AI CONSUMI SECONDO LIA
I consumi sono crollati, tutta colpa della crisi. Con buona pace degli acquisti sfrenati, che restano ormai un lontano ricordo. Come fare, però, se si è prese dall'irrefrenabile istinto a strisciare la carta di credito? Lia Celi propone una divertentissima «rieducazione» commerciale, tra le tappe dello shopping quotidiano, dal supermercato alla libreria. Alla base, c'è un'idea che è difficile non condividere: per anni abbiamo comprato, sprecato, convinti che ogni desiderio potesse avere un prezzo e si trovasse nelle vetrine dei centri commerciali, ma non era così. La pubblicità e il mondo consumista ci hanno ingannate, ma noi eravamo troppo impegnate a spendere e spandere per accorgercene. Ora che quella stessa carta comincia a piangere e che i conti tendono al rosso, abbiamo l'occasione per riappropriarci di noi stesse e fermarci a pensare, riscrivendo le nostre priorità, eliminando l'inessenziale.
Lia Celi, Corso di sopravvivenza per consumisti in crisi, Laterza, 8,50 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso