14 Agosto Ago 2016 1000 14 agosto 2016

Arte all'aria aperta

Cinque idee per vacanze all'insegna della cultura open air.

  • ...
Alassio

L’estate è la stagione ideale per fare due passi fra gallerie d’arte a cielo aperto, incorniciate da paesaggi di una bellezza strepitosa. Dalle montagne del Trentino, alla terra ferita di Gibellina (Trapani), in Sicilia, passando per il 'mare di Milano', le coste liguri e il litorale napoletano, LetteraDonna ha selezionato per voi cinque mete fra tradizione, contemporaneo e archeologia.

L'ARTE DEI CEPPI
A prima vista sembra il tipico borgo d’alta quota, con un pugno di case raccolte attorno alla chiesa e alla piazzetta, all’ombra delle montagne. Ma Mezzano di Primiero (Trento) offre di più, perché il rito delle cataste di legna, messe da parte come scorta di ceppi per alimentare il fuoco in inverno, si è trasformato in espressioni d’arte contemporanea. Fra i vicoli, sotto le facciate delle abitazioni, nei cortili, sotto le scale, sui poggioli, sono sparse ben 25 installazioni d’autore, in legno talvolta colorato, che ripropongono temi legati alla vita quotidiana, come il telaio, la fisarmonica, la clessidra, o i fiori, le pannocchie, le scene di canzoni popolari.

MARE D'ARTE A MILANO
Anche le rive dell’Idroscalo, altresì noto come il 'mare di Milano', si sono trasformate in un museo all’aperto. Le 20 sculture del Parco dell’arte, collocate lungo la costa orientale del bacino, punteggiano una passeggiata di oltre un chilometro, in un contesto naturalistico che vanta alberi secolari e specie caratteristiche del paesaggio d’argine. In questa destinazione legata a jogging, sport e attività ricreative, svettano statue di grandi dimensioni, come quella di Giacomo Manzù, e installazioni monumentali firmate da nomi del panorama internazionale che vanno da Mauro Staccioli ad Augusto Perez.

PASSEGGIATE AMOROSE
Va sotto il segno dell’amore la passeggiata di Alassio (Savona), nella Riviera di Ponente. Il sentiero dedicato agli innamorati, con vista sul mare, porta al Muretto che, da cinta di un giardino, negli anni si è trasformato in una base su cui sono state applicate piastrelle di tutti i tipi e i colori, con motivi rigorosamente ispirati al sentimento. Al muretto più famoso del mondo, si aggiungono altre opere sempre legate alla passione, come Les amoureux di Raymond Peynet, gli Innamorati in bronzo di Eros Pellini e le Cicogne in acciaio di Umberto Mastroianni. E a due passi da qui, si dipanano i parchi con le piante esotiche che si alternano ai tratti di macchia mediterranea.

SULLE TRACCE DI ULISSE ED ENEA
Ha stregato generazioni di artisti e scrittori, il mix fra archeologia, mare e panorama vulcanico che vantano i Campi Flegrei, alle porte di Napoli. Legata a doppio filo ai miti di Ulisse e di Enea, la costa partenopea ha fatto della città una meta obbligata del Grand Tour, per i resti romani che si sovrappongono alle tracce di età greca, fra fumarole, sorgenti termali e crateri. Ad offrire soste di forte impatto c’è Pozzuoli, con l’anfiteatro e le testimonianze di vie e taverne sotterranee nel Rione Terra. Ma meritano una visita anche il castello di Baia, che si affaccia sul golfo, e gli scavi dell’area vicina.

IL SUDARIO DI GIBELLINA
In Sicilia, appena sopra Gibellina (Trapani), regala una vista unica il Cretto di Alberto Burri, appena restaurato per il centenario della nascita dell’artista. I resti del borgo, raso al suolo dal terremoto del Belice del ’68, furono incorporati dal protagonista dell’Informale in un’unica colata gigantesca, che copre l’antico centro come un sudario di proporzioni monumentali. E la vista di un intero paese diventato arte, dove il tempo sembra essersi fermato, è davvero unica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso