26 Giugno Giu 2016 1000 26 giugno 2016

Vacanze in sella

Dalla Val Venosta alla Murgia dei trulli, cinque percorsi da Nord a Sud Italia da godersi in bicicletta.

  • ...
trentino

Avete voglia di una vacanza a due ruote, che vi faccia vivere fino in fondo paesaggi di rara bellezza? Nel nostro Paese ci sono itinerari per tutti i gusti. LetteraDonna ne ha scelti cinque, che vanno dagli scorci della Val Venosta alla Murgia dei trulli, passando per le ciclabili del Trentino, le colline romagnole e il sentiero di San Francesco d’Assisi.

VAL VENOSTA
«Turismo eco» è la parola d’ordine in Val Venosta, dove tutte le settimane, da lunedì a venerdì vengono organizzati dei tour con noleggio di bici, Gps e pranzo al sacco, per poter passare all’aperto l’intera giornata. Magari al seguito di Klaus Pobitzer, patron del Garberhof di Malles (Bz), che conosce la valle come le sue tasche. Da Resia a Merano si dipanano 80 chilometri di sentieri che regalano immagini come quella del campanile che fa capolino dalle acque del lago di Resia, con le vette sullo sfondo. E ci sono piste adatte anche ai patiti del Downhill, con tanto di impianti di risalita.

TRENTINO
Anche il Trentino è a misura di cicloturista, con i suoi 430 chilometri di ciclabili che coprono un territorio da favola. Qualche esempio? Il percorso che da Trento porta alla Valle dei Laghi solca un paesaggio d’acqua, con i bacini di Terlago, Toblino e Cavedine e i laghetti che circondano le pendici del Monte Bondone. Per tutta l’estate la zona è servita da un Bicibus Trento Sarche, che si aggiunge ad altri mezzi come il Bike Shuttle Garda Dolomiti e il Bike Express Fassa Fiemme. E non è tutto, perché anche su treni e autobus di linea sono riservati spazi ad hoc per chi vuole scoprire su due ruote un panorama punteggiato da chiesette, castelli e meleti.

ROMAGNA
Nella patria della piadina romagnola, a Cesenatico (Fc), è nato il Pirata, Marco Pantani. E attorno al suo paese si snodano circuiti per tutti i gusti, che dal mare solcano le colline, con tappe in casolari e cantine. Chi ha bambini piccoli o desidera cimentarsi in percorsi leggeri può scegliere i parchi verdi del borgo, mentre gli amanti dello sport possono provare il Wine biking, che dopo la sosta in un paio di poderi raggiunge Santarcangelo di Romagna (Ri). Altri tragitti sono proposti dai Ricci Hotels, che hanno messo a punto pacchetti per la vacanza in sella.

UMBRIA
Muoversi sulle tracce di San Francesco, nel verde e nel silenzio che hanno accompagnato le scelte radicali e la predicazione del Poverello. È quello che si può fare pedalando lungo il Sentiero della Pace, seguito fra Gubbio (Pg) e Assisi (Pg) nel 1206 dal giovane assisiate, che aveva appena rinunciato ai suoi beni. Nel cuore dell’Umbria, i 50 chilometri di itinerario toccano i luoghi legati a doppio filo alla vita del Santo, come il Bosco di Francesco, che abbraccia Assisi con il Terzo Paradiso, una straordinaria opera di Land Art firmata da Michelangelo Pistoletto. Ben 19 circuiti si snodano attorno al Castello di Petroia (Pg), un maniero medievale diventato relais, che propone un servizio di noleggio bici.

PUGLIA
La Murgia dei trulli offre scorci che ci invidiano in tutto il mondo. Ma visto dalle due ruote, il lembo di territorio, che dal ’96 è tutelato dall’Unesco, è anche meglio. Fra le province di Bari, Taranto e Brindisi, l’elemento che caratterizza il paesaggio è la pietra chiara, usata per costruire i trulli, le abitazioni a pianta centrale, con i tetti a forma di cono rovesciato. A tratti di terra arida, rossa, quasi bruciata, si alternano tratti coperti dalla vegetazione tipica della macchia mediterranea. I percorsi? Si va da quelli legati alle olive e ai frantoi, in cui assaggiare un olio speciale, alla via del latte a quella della transumanza, passando per i tragitti che costeggiano gli antichi acquedotti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso