17 Giugno Giu 2016 1738 17 giugno 2016

Candidati sindaco che leggono

Amazon ha chiesto a Roberto Giachetti e Virginia Raggi di indicare i loro testi preferiti. Nella top five del primo tanta narrativa, mentre la seconda ha scelto soprattutto libri d'inchiesta.

  • ...
un uomo fallaci

In Italia si legge poco, e la città di Roma non fa eccezione. Ma è dovere di ogni sindaco dare il buon esempio: in vista del ballottaggio di domenica 19 giugno, Amazon ha chiesto ai due candidati in lotta per il Campidoglio, Roberto Giachetti e Virgina Raggi, di elencare i loro libri preferiti, indicandone cinque a testa.

LE SCELTE DI ROBERTO GIACHETTI
«Il libro della mia vita è La provincia dell'uomo di Elias Canetti. Più lo rileggo, ne giro le pagine e più sottolineo le frasi, e più mi scopro sempre diverso», ha detto il candidato Pd ad Amazon. Nella top five di Giachetti ci sono altri grandi libri di autori italiana e straniera: al secondo posto c'è Il mestiere di vivere di Cesare Pavese, poi a seguire l'autobiografico Un altro giro di giostra di Tiziano Terzani, tutto Il ciclo di Malaussène di Daniel Pennac e, infine, Il libro dell'inquietudine di Fernando Pessoa.

LA CLASSIFICA DI VIRGINIA RAGGI
Virginia Raggi ha indicato come libro preferito si divide invece tra Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry, un classico intramontabile. Poi, e c'era da aspettarselo considerando che è la candidata del M5s, tre libri d'inchiesta: I re di Roma di Lirio Abbate e Marco Lillo, Grande raccordo criminale di Floriana Bulfon e Pietro Orsatti, E io pago di Daniele Frongia e Laura Maragnani. Infine, Un uomo, romanzo di una grande firma femminile come Oriana Fallaci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso