12 Giugno Giu 2016 1000 12 giugno 2016

Relax a gonfie vele

Un week end al mare o al lago a bordo di un antico veliero? Vi proponiamo cinque itinerari in località costiere mozzafiato.

  • ...
cheta

Vi piacerebbe vivere appieno il mare o il lago, solcandone le acque a bordo di un antico veliero? È quello che sempre più spesso propongono diverse località costiere, organizzando escursioni per pochi, fra insenature nascoste. Che regalano l’opportunità di godere un punto di vista nuovo sul paesaggio, fra lo sciabordio delle onde e il rumore delle vele battute dal vento. Ma con un occhio di riguardo anche per il palato. LetteraDonna ha scelto cinque destinazioni in tutto il Paese, che promettono un’esperienza indimenticabile.

CESENATICO
Da qualche anno, il Museo della Marineria di Cesenatico (Fc) programma uscite su barche storiche, per avvicinare i turisti a un modo autentico di gustare il mare. Partendo dal porto disegnato da Leonardo da Vinci, le imbarcazioni restaurate sono condotte al largo da marinai in pensione che raccontano i mestieri legati alla pesca, le caratteristiche dell’Adriatico, le 'gare' campanilistiche con gli altri centri costieri. E spiegano i colori delle vele i loro significati. Al rientro nel porto merita una tappa la sezione galleggiante del Museo, con una flotta coloratissima di paranze, battane, trabaccoli, ormeggiati sullo sfondo di chiese e palazzi storici. Poi vanno visti Casa Moretti, l’abitazione museo del poeta Marino, il quartiere delle botteghe artigiane e le casette colorate dei pescatori.

POLICASTRO
È di una bellezza selvaggia il Golfo di Policastro, che in Basilicata a tratti alti e rocciosi alterna spiagge di sabbia finissima. E calette incontaminate, che gli ospiti di Villa Cheta Elite di Acquafredda, a Maratea (Pz), hanno l’opportunità di raggiungere grazie a una gita in veliero, facendo un’esperienza unica. Nel silenzio interrotto solo dalle onde, si può fare un picnic a base di specialità lucane, quali involtini di verza con ricotta, insalata di farro, crostate con marmellata di fichi o cipolle rosse. Ma non è tutto, perché dalle coste di Maratea (Pz) parte anche l’itinerario per il Parco Nazionale del Pollino, che fra canyon, gole e dirupi accoglie una straordinaria varietà di piante e animali.

COSTA SMERALDA
Per chi non vuole limitarsi a un’uscita in barca, ma imparare a condurla, in Costa Smeralda il tour operator Horca Myseria propone corsi di vela per adulti. La base è a tre chilometri da Cannigione di Arzachena (Ot), una sorta di porto naturale sul mare limpido di un golfo riparato dai venti di maestrale. Nel cuore della Gallura, nel litorale nordorientale della Sardegna, la località si raggiunge da Olbia seguendo un circuito panoramico. Le lezioni sono strutturate secondo livelli diversi: sono previsti il battesimo della vela per i neofiti, con due uscite al giorno in acque protette, tirocini di perfezionamento e corsi di velocità, ad alto tasso adrenalinico, per i 'marinai' in grado di accostarsi alle regole della regata. L’alloggio è in casette mobili o tende.

AL SUD DELLA SARDEGNA
La costa meridionale della Sardegna è fra le più amate dai lupi di mare, per le acque cristalline, i venti decisi e la vista su un’area in piena fioritura, appena sopra il litorale, che da terra non si percepisce. Chi soggiorna a Chia (Ca), all’Aquadulci, può provare il brivido di uscire a bordo di una goletta, la Milmar, condotta da Roberto, che da anni porta il 'due alberi' in legno nei posti più segreti, come sa fare solo chi è nato e cresciuto qui. Un itinerario punta a ovest, verso Porto Tramatzu e Porto Zafferano, fino allo strapiombo di Capo Teulada, mentre un altro conduce al porto fenicio di Capo Malfatano e al faro di Capo Spartivento, fra baie con sfumature verde smeraldo. Dalle 10 alle 17, con pranzo a bordo.

LAGO DI GARDA
Anche il lago ha il suo fascino: quello di Garda permette di ammirare castelli medievali, ville liberty e borghi aperti attorno a un porticciolo. Sulla sponda bresciana del Benaco, a Gargnano (Bs) ci sono due Lakefront Boutique Hotels, gestiti da tre generazioni dalla famiglia Arosio, che agli amanti della natura e della tranquillità suggerisce un’escursione in barca. Rimanendo sotto costa si possono vedere Palazzo Feltrinelli, l’elegante struttura in rosa e bianco, di fine Ottocento, e la chiesa di San Giacomo, una cappella romanica con la «santella dei pescatori», ovvero una piccola edicola votiva. Spingendosi un po’ più al largo, si arriva al porto di Marina di Bogliaco (Bs), con le colline verdi sullo sfondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso