29 Marzo Mar 2016 1919 29 marzo 2016

Burro, ci piace veg

Con arachidi, mandorle e nocciole preparare creme golose e salutari in casa è semplice. Basta un frullatore.

  • ...
burro

Al mattino vi piace spalmare una bella fetta di pane tostato di burro e marmellata? Se siete alla ricerca di un’alternativa vegetariana o semplicemente vi va di sperimentare gusti nuovi, potete provare il burro di arachidi, ma anche quello di mandorle e di nocciole. Si tratta di creme ottenute frullando la frutta secca, di per sè molto ricca di olio, insieme a miele o zucchero. Il risultato? Una golosità a cui difficilmente si riesce a resistere. Ecco come preparare i burri a casa.

BURRO D'ARACHIDI AMERICAN STYLE
Chiunque abbia seguito una sit com americana lo ha visto spalmare copioso su panini e sandwich a ogni ora del giorno nelle cucine delle famiglie delle fiction, dai Robinson a Genitori in Blue Jeans, fino a Friends: stiamo parlando del burro di arachidi. Per anni in Italia ci siamo chiesti che sapore avesse e oggi il peanut butter si trova anche qui da noi, al supermercato. Gli americani lo mangiano spalmato sul pane, da solo o con sopra un velo di marmellata o insieme alle banane o altra frutta, per colazione, ma anche come spuntino e merenda. Ma il burro di noccioline regala grandi soddisfazioni anche da solo, gustato al cucchiaio, direttamente dal barattolo. Certo, si tratta di un alimento calorico e spesso le versioni industriali contengono molto olio (spesso di palma). Prepararne una versione più sana a casa, però, non è difficile.
Ingredienti: 500 g di arachidi sgusciate (circa 600 g da intere), 30 grammi di olio di semi d’arachidi, 1 cucchiaino di zucchero di canna, 1 cucchiaio di miele o sciroppo di agave, 1 pizzico di sale.
Sgusciare le arachidi e tostarle in forno a 180 gradi per 5 minuti. Metterle nei tritatutto con lo zucchero e il miele. Azionare il frullatore per qualche secondo, aggiungere l’olio e il sale e continuare a frullare finché il composto non avrà assunto una consistenza cremosa. Conservare in barattoli di vetro lavati e sterilizzati per circa 10-15 al massimo.

BURRO DI MANDORLE, DELIZIA HEALTHY
Chi non ama il sapore delle noccioline o cerca un’alternativa ancora più sana, può provare a preparare il burro di mandorle, che tra i frutti oleosi sono quelli con i migliori valori nutrizionali: oltre a essere naturalmente dolci e buonissime, sono ricche di omega 3 e omega 6, manganese, potassio, calcio, vitamina E, fosforo e ferro.
Ingredienti: 500 g di mandorle spellate, 2 cucchiai di olio di semi, 1 cucchiaio di miele, ½ cucchiaino di sale.
Tostare le mandorle a 180 gradi per 5 minuti, frullarle prima da sole per qualche secondo e poi nuovamente con l’olio, il miele e il sale, fino a ottenere una consistenza cremosa. L’operazione richiederà diversi minuti (fino a 15) perché all’inizio le mandorle tendono a rimanere poltigliose a differenza delle arachidi, ma non c’è da temere: continuando a frullare il burro si formerà. Conservare frigo in un barattolo di vetro in, per due settimane.

PASTA DI NOCCIOLE, GOLOSITÀ NATURALE
La pasta di nocciole, che si sposa alla perfezione con il cioccolato, è da sempre utilizzata in pasticceria per dolci, creme e gelati. Per esempio, è elemento base del gianduia ma anche di molte creme spalmabili con il cacao. Farla in casa, liscia o aromatizzata al cacao, è un gioco da ragazzi. Serviranno solo delle buone nocciole italiane: sono famose quelle Tonde del Piemonte ma anche le campane che provengono da Giffoni.
Ingredienti: 500 grammi di nocciole sgusciate, 1 cucchiaio di zucchero di canna.
Stendere le nocciole su una teglia rivestita da carta forno e farle tostare, in forno già caldo a 180°C per circa 7-10 minuti (devono rimanere chiare). Una volta tolte le nocciole dal forno lasciarle intiepidire, sfregarle con un canovaccio per togliere la pellicina. Frullare nel processore alla massima velocità: come per le mandorle, si otterrà prima una polvere e poi, continuando a frullare a lungo, uscirà l’olio delle nocciole. Conservare in barattolo di vetro in frigo, per due settimane.

BURRO DI COCCO, SAPORE TROPICALE
Inaspettato, facilissimo e goloso è il burro di cocco. Se amate il dolce sapore tropicale di questo frutto, non esitate: per prepararlo basta un sacchetto di farina di cocco, altrimenti conosciuto come cocco rapé (il cocco grattugiato ed essiccato che si trova nei supermercati), un buon frullatore e, ancora una volta, un po’ di pazienza.
Ingredienti: 500 grammi di cocco rapé, 1 pizzico di sale.
Mettere il cocco nel processore e iniziare a frullare. Procedere fino a ottenere una crema: ci vorrà circa un quarto d’ora. Ogni tanto aver cura di stoppare il frullatore, e pulire i bordi della ciotola per riportare il cocco al centro. Verso metà della preparazione, unite il pizzico di sale. Come per le altre creme, si conserva in frigorifero per un paio di settimane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso