8 Novembre Nov 2015 1000 08 novembre 2015

Viaggiando si indaga

Ecco cinque mete imperdibili per ripercorrere i passi di Montalbano e dei suoi colleghi.

  • ...
SMarcoDSC_8116

Piazza San Marco - su concessione del Servizio Comunicazione Visiva del Comune di Venezia.

Leggendo un giallo, chi non si è mai fatto tentare dall’idea di visitare i luoghi in cui si muovono detective e agenti segreti? Perché il fascino dell’intrigo si trasferisce anche a palazzi, vie, panorami, città che diventano familiari grazie agli eroi di carta e ai loro volti televisivi. Letteradonna.it ha selezionato cinque mete, legate alle vicende di Montalbano o del veneziano Brunetti, alle indagini dell’ultimo 007, dell’avvocato Guerrieri, barese doc, e dell’indimenticabile Ambrosio interpretato da Ugo Tognazzi.

MILANO SI TINGE DI GIALLO
Sono atmosfere venate di malinconia quelle della Milano (su Twitter: @turismomilano) che fa da cornice alla vita e al lavoro del commissario Ambrosio. Il poliziotto amante dell’arte, protagonista dei gialli meneghini di Renato Olivieri, nel poliziesco di Sergio Corbucci per il grande schermo è stato interpretato da Ugo Tognazzi. Della squadra mobile, indaga in una città che sembra un quartiere di New York, fra tangenziali, aeroporti e night club in cui si incrociano drogati, gente dal grilletto facile e cadaveri nudi ritrovati nei Navigli. Fra i luoghi cari all’investigatore figurano i palazzi liberty in via Solferino, dove abita, vicino alla sede storica del Corriere della Sera, il Carrobbio, in cui vive la fidanzata Manuela, e le trattorie come il Bagutta. Nelle inchieste si alternano le stagioni, e con esse si danno il cambio sole, pioggia e nebbia. E se in estate Ambrosio sceglie i ristorantini lungo i Navigli, in inverno preferisce quelli di Brera.

Palazzo Ducale - su concessione del Servizio Comunicazione Visiva del Comune di Venezia.

I MISTERI DI VENEZIA
Una Venezia da cartolina, di gusto oleografico, fa da sfondo alle investigazioni del commissario Brunetti, creato da Donna Leon. La scrittrice americana, che vive in Laguna da oltre trent’anni, proprio nella sua città d’elezione ha ambientato decine di gialli, letti in tutto il mondo, ma non ancora pubblicati in italiano. E dai suoi libri è stata tratta una serie tv che in Germania è seguitissima, tanto che diversi tour operator tedeschi propongono itinerari che seguono le orme del detective. Fra angoli, calli, canali, palazzi di una bellezza decadente, lavora Guido Brunetti, aiutato dal carabiniere Vianello, per scovare i colpevoli dei delitti cittadini, aggirando gli ostacoli legati alla burocrazia e alla corruzione. Nelle pagine della Leon ricorrono il percorso della linea 1 del vaporetto, il bar sui gradini del Ponte dei Greci, dove il commissario spesso fa pausa, un altro bar, il Paolin alle Zattere, e Biancat, il fiorista prediletto dai veneziani. Per scoprire percorsi alternativi, seguite l'account Twitter @DetourismVenice.

ROMA ADRENALINICA
Roma
(su Twitter: @Turismoromaweb) ha già un fascino unico, ma gli scorci apparsi in Spectre, ultimo capitolo di 007 (su Twitter: @007), uscito nel nostro Paese il 5 novembre, hanno qualcosa di magico. Le corse all’impazzata di Daniel Craig all’ombra del cupolone sono spettacolari, grazie allo sfondo di via Nomentana e del Lungotevere, dove un inseguimento finisce con una macchina che cade in acqua e l’agente che viene salvato al volo da un elicottero. E oltre a via della Conciliazione, che sfocia sul colonnato firmato da Bernini, quinta scenica per eccellenza, nel film figurano anche corso Vittorio, i vicoli attorno a piazza Navona, ponte Milvio, luogo d’incontro degli innamorati, poi alcuni scorci di Borgo Pio e via Panisperna a Monti. Ad aprire la pellicola, con un’affascinante Monica Bellucci nei panni di una vedova, il quartiere razionalista dell’Eur, che si snoda attorno all’obelisco.

Basilica di San Nicola, Bari - foto di Franco Cappellari.

FRANCO CAPPELLARI - FRANCO CAPPELLARI

TRA I VICOLI DI BARI
Si lancia sempre in cause disperate l’avvocato Guido Guerrieri, uscito dalla penna di Gianrico Carofiglio (su Twitter: @GianricoCarof), magistrato e scrittore barese che ambienta i suoi gialli proprio nella sua città. Guerrieri, che nella fiction ha avuto il volto rassicurante di Emilio Solfrizzi, si muove in una Bari a tratti notturna e criminale, a tratti inondata dal sole alto delle coste pugliesi. Con il mare sullo sfondo, l’avvocato che indaga fra vicoli e piazze antiche fa tappa nelle librerie e nei cinema. I suoi luoghi da vedere sono soprattutto la basilica di San Nicola, esempio strepitoso di Romanico pugliese, il Teatro Petruzzelli, d’inizio Novecento, il lungomare rimodellato in epoca fascista e la cattedrale di San Sabino, cuore pulsante della città vecchia che si raccoglie attorno al castello svevo, con le osterie di piazza Mercantile.

IN SICILIA CON CAMILLERI
Della Sicilia che esce dalle pagine del Montalbano firmata da Andrea Camilleri rimangono in mente il mare cristallino, le coste battute dal vento, i centri storici con un labirinto di vie. Ed è ormai diventato un classico il circuito che va da Vigàta a Montelusa, sulle orme del commissario che per tutti ha il volto di Luca Zingaretti. L’itinerario muove da Ibla, a Ragusa (su Twitter: @ComuneRG), che si è trasformata sullo schermo nella Vigàta di Salvo, grazie al mix spettacolare fra le scalinate maestose, i palazzi barocchi e i vicoli di memoria medievale tutelati dell’Unesco. Ma a una manciata di chilometri dalla città meritano una visita anche l’Eremo della Giubiliana, convento fortificato del Cinquecento, e il castello ottocentesco di Donnafugata, nella fiction eletto bunker e residenza del boss Balduccio Sinagra. A Scicli, lungo via Mormino Penna, a Palazzo Iacono è stata allestita la questura televisiva di Montelusa, mentre a Punta Secca si trova la casa sulla spiaggia di Montalbano. Per ulteriori indicazioni seguite l'account Twitter @VisitVigata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso