6 Ottobre Ott 2015 1504 06 ottobre 2015

Hillary la violenta

In un libro dal titolo The Clintons’ War On Women, la candidata alle presidenziali è stata descritta come una donna fredda, rabbiosa e a volte brutale. «Ha picchiato più volte suo marito Bill».

  • ...
libro clinton

Dopo essere stata attaccata per i suoi presunti ritocchini nel libro Unlikeable: The Problem With Hillary, un altro volume racconta i 'difetti', questa volta caratteriali, di Hillary Clinton. Con The Clintons’ War On Women (New York Times Bestselling Author, 27.99 dollari), l'autore Roger Stone ha accusato la candidata alle presidenziali Usa di avere un carattere incline all'ira.

POVERO BILL
Il bersaglio preferito dell'ex first lady, così, sarebbe stato il marito Bill, picchiato con oggetti contundenti. A confermare gli attacchi di rabbia di Hillary è stato anche un autista di limousine: «Durante i viaggi spesso lanciava addosso al marito faldoni legali gialli, schede, libri, chiavi della macchina. Tuttavia non appena arrivava davanti alla folla era tutta sorrisi e saluti». E così, secondo Stone, esisterebbe una sola Hillary «quella gelida. Quella che vediamo in campagna elettorale non è lei, è finta».

ALTRI ANEDDOTI
Ma sono diversi gli episodi in cui la Clinton viene descritta in preda ad attacchi d'ira e di violenza. All'interno del libro scritto da un ex agente dell’FBI, Gary Aldridge, si legge che la donna avrebbe urlato improperi contro un agente di sicurezza che si rifiutava di portarle un bagaglio. Anche Christopher Andersen nel suo American Evita ha raccontato come la Clinton avesse apostrofato con un «Stupido, stupido, stupido bastardo» il marito Bill dopo l'esplosione del caso Lewinsky.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso