SAPER VIVERE 14 Maggio Mag 2013 1517 14 maggio 2013

Mangiare meno (e meglio) per perdere peso

Assaporate ogni boccone. Consumate proteine. E tenete un diario alimentare.

  • ...
Per dimagrire non è necessario seguire regimi alimentari da fame.

Per dimagrire non è necessario seguire regimi alimentari da fame.

Intrugli maleodoranti, regimi alimentari da svenimento e diete al limite dell'umano. Per perdere peso ci sono infinite vie. Ma non tutte sono salutari. In moltio casi, per ritrovare la silhouette ideale, basta osservare qualche semplice regola. Ricordate che non è necessario mangiare meno, i chili aumentano e diminuiscono anche in base ad altri fattori, come, per esempio, gli stati d'animo, l'appetito, e la velocità con cui mangiamo. Ecco dunque alcuni consigli per tornare a stringere amicizia con la bilancia.
FARE COLAZIONE
Iniziate la giornata con il passo giusto: diversi studi hanno dimostrato che le persone che fanno regolarmente colazione hanno un indice di massa corporea più basso e hanno meno calorie totali. «Quando si digiuna, in questo caso saltando la colazione, la sensazione di fame aumenta durante il giorno, attivando le aree del cervello legate al meccanismo del premio e della ricompensa», ha spiegato il dottor Anthony Goldstone dell'Imperial College London. In pratica, saltare la colazione attiva un meccanismo mentale che ci spinge a ottenere una ricompensa nel corso della giornata, ovvero a premiarci con cibi calorici e ricchi di zuccheri.
USARE STOVIGLIE PICCOLE
Lo psicologo della Cornell University di New York, il dottor Brian Wansink, sostiene che le dimensioni di un piatto o di un bicchiere possano davvero influire sulla quantità di cibo che una persona può assumere. Ne consegue che, consumando un pasto in un contenitore piccolo, assaporerete una porzione minore di cibo.
SCEGLIERE ALIMENTI GIÀ PORZIONATI
Seguendo questo ragionamento, scegliete alimenti già porzionati, come i cracker. Così facendo, saprete l'esatta quantità di cibo che avete consumato.
ASSAPORATE OGNI BOCCONE
Non ingurgitate un boccone dopo l'altro senza nemmeno prendere fiato. Godetevi ogni singola forchettata: in questo modo ridurrete l'apporto calorico. Rallentare tra un morso e l’altro permette di imparare a riconoscere le sensazioni di fame e sazietà. Mangiare con un ritmo rilassato significa gustare il cibo più a fondo e sviluppare meno problemi digestivi e disturbi a livello intestinale. Si tratta di un’abitudine che si acquisisce col tempo. Provate a impostare un timer. E cercate di consumare un pasto in almeno 20 minuti.
AGGIORNARE UN DIARIO ALIMENTARE
Un dolcetto tira l'altro. Uno stuzzichino prima di cena. E chi si ricorda a fine giornata quanto abbiamo mangiato? È bene, dunque, tenere un diario alimentare. Secondo una ricerca pubblicata sul Journal of Preventive Medicine, chi tiene traccia di ciò che mangia, dimagrisce il doppio rispetto a chi non lo fa.
CONSUMARE PROTEINE
Le proteine giocano un ruolo importante: aiutano a regolare l’assunzione di cibo e l’appetito, e chi le consuma regolarmente riacquista peso meno facilmente. Le proteine, infatti, accrescono la sensazione di pienezza dato che ci vuole più tempo per digerirle.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso