CALORIE KO 9 Novembre Nov 2012 1218 09 novembre 2012

Allenamento, a digiuno bruci di più

I grassi diminuiscono del 30% se si fa esercizio fisico prima di colazione. Lo dice uno studio.

  • ...
passeggiata

Basta una passeggiata di un'ora prima di colazione per smaltire il 33% in più di grassi.

Getty Images - (c) Stockbyte

Bruciare grasso fino al 30% in più del solito allenamento. Si può, se si pratica esercizio fisico prima della colazione. È quanto appurato dai ricercatori dell’Istituto universitario di scienze mediche e cardiovascolari dell’Università di Glasgow, Jason M. R. Gill e Nor M. F. Farah, che hanno condotto uno studio per valutare gli effetti dell’esercizio fisico, praticato prima e dopo l’assunzione di cibo, sul grasso corporeo e sul metabolismo. I risultati, pubblicati sul British Journal of Nutrition, hanno mostrato che la prima sia l’opzione migliore, non solo per perdere peso e bruciare più grasso, ma anche per mantenere più sane le arterie.
STOMACO PIENO E STOMACO VUOTO
Lo studio ha preso in esame 10 pazienti sovrappeso dell’età media di 28 anni. E ha appurato che a stomaco vuoto l’organismo tende a sfruttare i depositi di grasso corporeo, al posto del cibo ingerito per colazione, per trarre l’energia necessaria. Per capire meglio questo meccanismo i ragazzi sono stati divisi in tre gruppi: il primo mangiava senza poi fare attività fisica, il secondo si cimentava in una passeggiata di un’ora prima del pasto mattutino e il terzo una passeggiata di un’ora dopo, ricevendo tutti il pranzo dalle 3 alle 5 ore dopo aver consumato la colazione. È risultato che chi faceva del moto prima di mangiare, non solo aveva un livello di grassi nel sangue inferiore rispetto a chi lo faceva dopo, ma avevano anche bruciato il 33% di grassi in più.
OLTRE LA PASSEGGIATA
«Questo studio suggerisce come l’attività fisica a digiuno serva a bruciare i grassi», spiegano i ricercatori, «e cioè permetta di dimagrire, ma sia anche importante per il miglioramento del metabolismo, anche se sarà necessario realizzare più studi sul rapporto tra l’attività fisica ideale e i nutrimenti da assumere dopo. È da tener presente inoltre che la passeggiata fatta nei test, può essere sostituita nella vita di tutti i giorni, da una pratica sportiva vera e propria».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso