Festival Sanremo 2018

Festival di Sanremo 2018

8 Febbraio Feb 2018 1025 08 febbraio 2018

Le pagelle ai look della seconda serata di Sanremo 2018

Durante la seconda serata la padrona di casa infila una serie di scelte vincenti. E gli altri? Sting di gran classe. Alice Caioli bocciata. Disastrosi Annalisa e Renzo Rubino.

  • ...
Look Sanremo Seconda Serata

Dopo un inizio così così, è tempo di giudicare le scelte di look della seconda serata sanremese.
Nella rendez vous dedicato alla presentazione di alcune delle Nuove proposte i giovani non osano con il look e rischiano di finire nel dimenticatoio. Michelle Hunziker si scatena con ben cinque cambi (tutti spettacolari), Pierfrancesco Favino osa con le paillettes sui revers della giacca (superflue) ma il vero campione d’eleganza è il superospite Sting che ammalia platea e pubblico con il suo fascino immutato. Qualche grave insufficienza, soprattutto tra gli uomini, e tanti abiti da sera degni di un red carpet internazionale: diamo i voti della seconda serata di Sanremo 2018.

Principessa Michelle

Forse l’abito più bello che abbiamo visto finora. Il tessuto cady color glicine perde la sua tipica 'pesantezza' grazie a un bustier che scopre le spalle e uno spacco nascosto sulla gonna che lascia intravedere le gambe (ma non troppo).
Voto: 9 e mezzo.

Michelle: tutto fuorché banale

Anche il nero della conduttrice questa sera si contraddistingue per originalità. Un abito da passerella che unisce il glamour del red carpet e la creatività della moda. La gonna fluida e leggera si apre improvvisamente in un multi strato in tulle che crea volume.
Voto: 10.

Pierfrancesco Favino fin troppo brillante

L’attore romano - vera scoperta di questa edizione - ci piace sempre ma non sentivamo affatto la necessità di una giacca tempestata da paillettes invisibili ma sfavillanti. Sulla fiducia.
Voto: 7.

Lezioni di stile con Sting

Giacca slim, gilet tono su tono, camicia leggermente aperta e un foulard sottile che dà un tocco di estro senza strafare. Il cantante inglese che da sempre passa gran parte del tempo nel nostro Paese sembra aver racchiuso l’unione tra sartorialità britannica e tocco italiano in un solo outfit.
Voto: 10.

Renzo Rubino e il completo tutto sbagliato

Una scelta diversa dal classico smoking non può che essere apprezzata anche sul palco dell’Ariston. Ma il completo con cardigan patchwork, giacca destrutturata e calzini verdi che spuntano dai pantaloni color rame non ha niente di giovanile, tantomeno di modaiolo.
Voto: 4.

Il disastro di Annalisa

Se la prima sera il suo look era borderline, questa sera proprio non va. Giacchetta di jeans con inserti in pizzo, gonna-cintura plissettata portata sopra i pantaloni troppo corti, sandali con fiori (ancora in pizzo) applicati. A volte un pò di semplicità potrebbe aiutare.
Voto: 4.

Enrico Ruggeri, fedele a se stesso

Il frontman dei Decibel ripropone una delle sue mitiche giacche di pelle. Sotto punta su una camicia rosso fuoco e poi, gli immancabili occhiali da sole. Certamente riconoscibile.
Voto: 6.

Alice Caioli, strafare non serve

Il mix tra capelli cotonati, trucco dark e abito che fa un pò prima comunione non si addice affatto a una 21enne che dovrebbe portare sul palco solo quello che ha già naturalmente, voce e bellezza. Rimandata.
Voto: 5.

Nina Zilli in calo

Prestazione scricchiolante, la sua, rispetto alla prima puntata. L’abito è pesante e quelle applicazioni di lurex disposte un pò a caso sulla gonna non aggiungono niente di interessante. Una sufficienza di incoraggiamento. Voto: 6.

La non-evoluzione di Francesco Sarcina

Il frontman de Le Vibrazioni si porta dietro il look da cantante maledetto ispirato a Jack Sparrow -alias Jhonny Depp da sempre. Camicia paisley, jeans spalmanti di una taglia troppo piccola e maxi anelli hanno decisamente fatto il loro tempo.
Voto: 5.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso